Iscriviti

Salvini: “Lei non si preoccupi, allo spread ci penso io”

Il Ministro, nel commentare la prossima manovra economico finanziaria, si oppone con fermezza a chi sostiene che le misure proposte dal governo giallo-verde possano far fuggire gli investimenti stranieri dall'Italia.

Politica
Pubblicato il 28 settembre 2018, alle ore 09:31

Mi piace
10
0
Salvini: “Lei non si preoccupi, allo spread ci penso io”

Incalzato sul tema della manovra finanziaria il Ministro degli Interni Matteo Salvini ha così “zittito”il giornalista che, durante un’intervista televisiva di inizio settembre all’interno della trasmissione “Di Martedì” in onda su La7, gli chiedeva spiegazioni sulla manovra economico finanziaria di prossima presentazione.

Parlando dello spread e rispondendo a Giovanni Floris, Salvini ha affermato: “La gente per strada mi chiede di pagare meno tasse, il lavoro per i propri figli e di andare in pensione, non mi chiede dello spread‘.

Le considerazioni del Ministro

Il Ministro però non sembra preoccupato da questa eventualità, indicando come suo unico obiettivo quello di far ripartire l’economia italiana, mettendo soldi in tasca agli italiani e facendo ripartire i consumi mediante le misure contenute nel documento finanziario. Pace fiscale, flat tax, abolizione della “Fornero” in sintesi le principali manovre, ma anche una curiosa ipotesi messa sul tavolo rispetto ai pensionati.

Il Ministro ha affermato che esiste sul tavolo dei tecnici del Ministero una manovra rivolta ai pensionati ed alle regioni della penisola dove l’occupazione resta uno dei principali problemi sociali: durante l’intervista è stata ipotizzato di attuare il medesimo meccanismo utilizzato da Paesi dell’Unione Europea come il Portogallo, ovvero l’esenzione totale delle imposte ai pensionati che si risiederanno per un determinato periodo di tempo in queste regioni.

Infine, Salvini non si è astenuto da stoccate e critiche a chi lo ha preceduto, spiegando che secondo il suo punto di vista le politiche messe in atto dai governi precedenti non hanno creato le condizioni per una ripartenza italiana.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Maur Cozzi

Maur Cozzi - Ormai in un contesto sempre più globalizzato è necessario, nelle scelte di casa propria, confrontarsi con gli scenari Europei e Mondiali. Vedremo, tra qualche mese, se il Ministro dovrà preoccuparsi o meno dello spread, speriamo per tutti noi di no! Nel frattempo la battaglia politica all'interno del governo si molto interessante, sarà questo il vero banco di prova della sua tenuta politica?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!