Iscriviti

La nuova battaglia di Salvini: "Chiesto dossier sui rom in Italia, faremo un censimento"

Matteo Salvini dopo gli immigrati vuole intraprendere una nuova battaglia, questa volta sui rom: "Occorre una ricognizione per vedere chi, come e quanti sono".

Politica
Pubblicato il 19 giugno 2018, alle ore 11:21

Mi piace
6
0
La nuova battaglia di Salvini: "Chiesto dossier sui rom in Italia, faremo un censimento"

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini annuncia nuovi provvedimenti questa volta sulla questione dei rom in Italia. L’annuncio arriva spiegando che dopo Maroni nulla è stato più fatto su tale questione: “Occorre una ricognizione per vedere chi, come, quanti sono, rifacendo quindi il censimento. Facciamo un’anagrafe, una fotografia della situazione”, il ministro aggiunge una frase che subito ha scatenato polemiche nel mondo politico, in particolare nell’opposizione: “gli irregolari andranno espulsi, i rom italiani purtroppo te li devi tenere a casa”.

Dopo la dichiarazione di Salvini, e arrivata la controrisposta dell’Associazione rom e sinti, con portavoce il presidente Carlo Stasolla: “Il ministro dell’Interno sembra non sapere che in Italia un censimento su base etnica non è consentito dalla legge“. Inoltre, il presidente sottolinea che in Italia già sono presenti numeri e dati sugli insediamenti rom formali e informali, e i pochi rom irregolari sono apolidi (privi di qualunque cittadinanza) e quindi inespellibili.

I malumori generati da Matteo Salvini trovano responso anche in Luciano Casamonica, esponente della famiglia rom della Capitale che ha dichiarato: “Salvini può dire quello che vuole, ma noi Casamonica siamo italiani da 7 generazioni. Con due parole non può cambiare la vita delle persone. Io sono nato a Roma e mi sento romano”.

Dopo una giornata di polemiche, il ministro dell’Interno ha deciso di ritornare sul tema, precisando che la sua intenzione non è schedare o raccogliere impronte digitali dei rom, ma una semplice ricognizione della situazione attuale dei campi rom.Inoltre, Salvini dichiara che l’obiettivo è quello di tutelare i migliaia di bambini rom ai quali non è permesso frequentare regolarmente la scuola, in quanto si preferisce inserirli in settori delinquenziali. E, infine specifica che è giusto controllare come vengono spesi i fondi europei. Affidandosi ai social, il ministro risponde a Luciano Casamonica, evidenziando che le minacce e insinuazioni a “rigare diritto” non lo spaventano in alcun modo, ma anzi gli danno ” più forza per riportare ordine, legalità e giustizia in Italia”.

La presunta misura di Salvini che prevede il censimento dei rom, viene definita dal Pd “agghiacciante“, inoltre il senatore Edoardo Patriarca afferma che le idee politiche del Ministro dell’Interno ricordano quelle di stampo nazista, pronte ad incitare l’odio etnico e sociale.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Serena Spaventa

Serena Spaventa - Ultimamente i rom sono stati al centro di molti fatti di cronaca italiana, quindi l'intervento del Ministro Salvini potrebbe accogliere il consenso di molti italiani. Ma, è giusto non incitare l'odio verso altre etnie, cercando sicuramente di adottare provvedimenti per inserire i bambini rom nel percorso scolastico e per mantenere l'ordine pubblico.

Lascia un tuo commento
Commenti
Claudio Bosisio
Claudio Bosisio

19 giugno 2018 - 20:58:20

Moderazione, innanzitutto: nessuna schedatura, vanno eseguiti controlli per accertarsi che siano iscritti all'anagrafe, come ogni cittadino. Ma niente razzismo o ghettizzazione.

0
Rispondi
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

19 giugno 2018 - 16:45:43

Curioso, però, che l'anagrafe sia prevista solo per gli italiani: come mai per noi non si parla di schedatura?

0
Rispondi