Iscriviti

Ecco come, fino a ieri, si guadagnavano da vivere i nuovi ministri

La squadra di Giuseppe Conte, il nuovo Presidente del Consiglio, è formata. 18 membri, e solo 5 donne. Di seguito, leggiamo cosa facevano nella vita prima di essere nominati ministri.

Politica
Pubblicato il 2 giugno 2018, alle ore 12:56

Mi piace
10
0
Ecco come, fino a ieri, si guadagnavano da vivere i nuovi ministri

Ecco cosa facevano i nuovi ministri, secondo quanto hanno raccolto l’AGI e ilfattoquotidiano.it di Marco Travaglio e Peter Gomez. 

Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio, è docente di diritto presso la Libera Università Maria Santissima Assunta, l’Università Roma Tre, e l’Università di Sassari. All’Università di Firenze e all’Università Luiss è professore ordinario di diritto privato. Riveste inoltre l’incarico, come componente laico, di vicepresidente del Consiglio di presidenza della giustizia amministrativa, organo di autogoverno dei magistrati amministrativi.

Giancarlo Giorgetti, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, è un commercialista professionista e revisore contabile. Dal 1996 è parlamentare alla Camera dei deputati. 

Matteo Salvini (vicepremier), Ministro degli Interni, è un giornalista professionista, militante da sempre della Lega, poi dirigente della stessa. Luigi Di Maio (vicepremier), Ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro, ha lavorato come webmaster per un per breve periodo, e come steward presso lo stadio San Paolo di Napoli.

Ministri senza portafoglio

Riccardo Fraccaro, Ministro ai Rapporti con il Parlamento, svolge un lavoro dipendente presso una società elettrica.  Giulia Bongiorno, Ministro della Pubblica Amministrazione, è avvocato penalista. 

Erika Stefani, Ministro degli Affari Regionali, è avvocato. Barbara Lezzi, Ministro del Sud, è impiegata. 

Paolo Savona, Ministro degli Affari Europei, è insegnante presso le università di Perugia, di Roma Tor Vergata, presso la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione e all’Università telematica Guglielmo Marconi: qui, nel 2010, ha fondato il dottorato in Geopolitica. Prima è stato direttore del centro studi della Banca d’Italia. Lorenzo Fontana, Ministro ai Disabili e alla Famiglia, è un pubblicista.

Ministri con portafoglio

Alfonso Bonafede, Ministro della Giustizia, è avvocato civilista. Giovanni Tria, Ministro dell’Economia, è docente ordinario di Economia politica all’Università di Roma Tor Vergata e, dal 2017, è preside – per elezione – della Facoltà di Economia.

Enzo Moavero Milanesi, Ministro degli Esteri, è giudice di primo grado della Corte di giustizia dell’Unione europea in Lussemburgo, e Direttore Generale del Bureau of European Policy Advisors. In passato è stato Ministro per gli Affari Europei nel governo Letta, e nel governo Monti.

Elisabetta Trenta, Ministro della Difesa, ha lavorato nella sezione della sicurezza militare internazionale in Medio Oriente: Iraq, Libano e Libia. In passato è stata vicedirettore del Master in Intelligence and Security del Link Campus di Roma, una filiazione dell’università maltese.

Giulia GrilloMinistro della Salute, è medico legale. Sergio Costa, Ministro dell’Ambiente, è comandante, con il grado di Generale di Brigata, della Regione Carabinieri Forestali della Campania.

Marco Bussetti, Ministro dell’Istruzione, dal 2015 è provveditore agli studi di Milano. E’ dirigente scolastico, insegnate, e professore universitario. Danilo Toninelli, Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, in passato ha lavorato nell’Arma dei Carabinieri, è stato ispettore assicurativo, ed era già al Quirinale. Alberto Bonisoli, Ministro dei Beni Culturali e del Turismo, è Education Management, di design e di sviluppo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Mi sembra interessante scorrere l'esperienza dei nuovi Ministri in campo lavorativo per poter rintracciare la loro esperienza e le possibilità di miglioramento, nei vari settori, per l'Italia. L'augurio è che possano dare il meglio di sè per il Paese, che riescano ad andare d'accordo senza scontri tali da annullare ogni impegno per una prospettiva di futuro.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!