Monza, promessa sposa portata in Pakistan con l’inganno scrive alla scuola in Italia: “Aiutatemi” (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 18 settembre 2018, alle ore 14:27

Monza, promessa sposa portata in Pakistan con l’inganno scrive alla scuola in Italia: “Aiutatemi”

La storia di questa ragazza, una pakistana di appena 23 anni, sta facendo il giro del mondo e la sua richiesta d’aiuto sta commuovendo milioni di persone.

“Vi prego, aiutatemi, il mio futuro è in Italia, mi hanno preso tutti i documenti e mi hanno lasciata qui mio padre mi ha impedito di terminare la quarta superiore, so che una delle professoresse chiedeva che fine avessi fatto, poi mi hanno portata via”

Monza, promessa sposa portata in Pakistan con l’inganno scrive alla scuola in Italia: “Aiutatemi”

La ragazza è stata costretta a lasciare l’Italia per ritornare in Pakistan. I suoi stessi genitori l’hanno convinta, ingannandola, a rientrare in Pakistan dal momento che l’avevano promessa in sposa ad un uomo scelto dal padre, che non vedeva peraltro di buon occhio che la figlia studiasse.

Il tutto è iniziato nel 2015 quando la ragazza fu costretta ad abbandonare il quarto anno dell’istituto superiore che frequentava a Monza, dove era arrivata quando era solo una bambina.

Monza, promessa sposa portata in Pakistan con l’inganno scrive alla scuola in Italia: “Aiutatemi”

Già allora una professoressa aveva cercato di comprendere i motivi del suo allontanamento con scarsi risultati. Lo scorso anno, nel mese di luglio precisamente, i genitori le hanno teso una trappola.

Hanno così organizzato un viaggio facendole credere che si trattava di una visita ai nonni e agli zii. La ragazza ha così deciso di partire con i genitori e con la sorella per quella che avrebbe dovuto essere solo una vacanza.