Minacce e insulti tra Asia Argento e Salvo Sottile: “È meglio che ti stai zitto cogli**e” (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 2 ottobre 2018, alle ore 10:56

Minacce e insulti tra Asia Argento e Salvo Sottile: “È meglio che ti stai zitto cogli**e”

Asia Argento è stata accusata di violenza e molestie ai danni dell’ex collega e attore Jimmy Bennet che all’epoca dei fatti aveva 17 anni.
La recente ospitata dell’attrice nel programma televisivo condotto in diretta da Massimo Giletti “Non è l’Arena” sul La7, non è passata di certo inosservata ai telespettatori a casa registrando, come prevedibile, boom di ascolti davvero elevati rispetto alla media del canale.

Asia Argento è passata da essere la vittima ad essere carnefice della situazione proprio come il suo collega Weinstein.

Minacce e insulti tra Asia Argento e Salvo Sottile: “È meglio che ti stai zitto cogli**e”

L’attrice ha voluto ricordare quella sera passata in un hotel in California, dicendo: “Abbracciandoci, ha iniziato a baciarmi e toccarmi, non da bambino, da figlio, come lo vedevo io, ma come un ragazzo con gli ormoni impazziti. Questa cosa mi ha congelata. Lui mi è saltato addosso, mi ha messo sul letto, e con me ha avuto senza preservativo un rapporto completo. È durato 2 minuti. Io non mi muovevo e non ho provato niente. Sconvolta, gli ho chiesto perché l’avesse fatto e mi ha detto che ero il suo desiderio segreto da quando aveva 12 anni”.

Minacce e insulti tra Asia Argento e Salvo Sottile: “È meglio che ti stai zitto cogli**e”

Numerose polemiche sono scoppiate sui social durante la messa in onda del programma. In particolare l’ex conduttore di “Quarto Grado” Salvo Sottile, in un tweet ha attaccato l’attrice: “Ma possibile che tutti ti saltano addosso e tu resti immobile? E poi dopo la “violenza” con uno ci torni a prendere il caffé (Weinstein) e con l’altro, ragazzino infoiato, dopo che si è rivestito dici: dai prendi il copione… Semplice no?”. Non tarda ad arrivare la replica di Asia Argento che sobriamente risponde con un secco: “pacchiu di to soru“.