L’Eredità, Flavio Insinna e quella gaffe atroce. Il pubblico da casa protesta, scoppia la polemica sul web (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 21 novembre 2018, alle ore 14:29

L’Eredità, Flavio Insinna e quella gaffe atroce. Il pubblico da casa protesta, scoppia la polemica sul web

“Centralini intasati dopo aver…”. Il pubblico si scatena, Flavio Insinna fa una gaffe imperdonabile

Un clamoroso scivolone per Flavio Insinna, ha fatto scoppiare una vera e propria polemica sui social. Ecco cosa è successo:

Si sapeva che sostituire Fabrizio Frizzi alla conduzione del quiz televisivo L’eredità non fosse un’impresa facile. In questa stagione del programma di Rai 1, lo storico conduttore Carlo Conti ha consegnato le chiavi dello studio di Viale Mazzini a Flavio Insinna.

L’Eredità, Flavio Insinna e quella gaffe atroce. Il pubblico da casa protesta, scoppia la polemica sul web

È proprio lui la persona scelta dagli autori dell’Eredità a prendere le redini del quiz televisivo, dopo la scomparsa improvvisa di Fabrizio Frizzi in seguito ad un ictus. Già l’avevamo visto in una versione abbastanza scandalosa agli occhi dei telespettatori a casa. Infatti il programma targato Mediaset in onda su Canale 5, Striscia la Notizia, aveva mostrato ai telespettatori alcuni fuori onda in cui si mostrava un Flavio Insinna aggressivo e impaziente verso i concorrenti partecipanti alle sue trasmissioni.

L’Eredità, Flavio Insinna e quella gaffe atroce. Il pubblico da casa protesta, scoppia la polemica sul web

Di certo il pubblico non dimentica tutte quelle infamità e parolacce che hanno dovuto subire i concorrenti ai suoi quiz, gli stessi che si sono sentiti offesi sono quelli presenti a casa. In una recente puntata dell’Eredità, Flavio Insinna si è lasciato sfuggire una gaffe che certamente non è passata inosservata alle orecchie del pubblico. Durante la messa in onda Flavio Insinna ha offerto la possibilità al pubblico a casa di Rai 1 di partecipare ad un quiz televisivo. Il conduttore ha lasciato un numero telefonico per consentire l’intervento del pubblico a casa.