Il dramma di Lino Banfi: “Sono distrutto dal dolore” (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 23 luglio 2018, alle ore 10:22

Il dramma di Lino Banfi: “Sono distrutto dal dolore”

Praticamente tutti gli italiani dai 20 anni di età in su lo conoscono. Stiamo parlando di Lino Banfi, attore pugliese, pseudonimo di Pasquale Zagaria, che ha recitato in un numero incalcolabile di film. Tra i ruoli più famosi c’è sicuramente quello dell’Allenatore nel Pallone e, forse ancora più popolare, quello di Nonno Libero in ‘Un medico in famiglia’. Il tempo passa per tutti, questo è un dato di fatto, e pochi giorni fa Lino Banfi ha spento 82 candeline. L’ha fatto alla ‘Orecchietteria Banfi’, ristorante di sua proprietà a Roma.

Il dramma di Lino Banfi: “Sono distrutto dal dolore”

L’attività commerciale l’ha aperta insieme ai suoi due figli: Rosaria, anche lei attrice e anche lei comparsa in ‘Un medico in Famiglia’ (tra gli altri), Walter e la moglie Lucia. È proprio l’amata moglie Lucia uno dei temi centrali dell’intervista che Nonno Libero ha concesso al Messaggero in occasione delle sue prime 82 primavere. Le condizioni di salute della donna stanno lievemente peggiorando e la malattia di cui soffre potrebbe portarla a non camminare più, oltre che a non riconoscere i suoi cari.

Il dramma di Lino Banfi: “Sono distrutto dal dolore”

Lino e Lucia si sono conosciuti negli anni ’50 e si sono sposati nel 1962 dopo 10 anni di fidanzamento. La cosa curiosa è che la famiglia di lei era contraria alla relazione con Banfi, ma l’amore che legava i due era davvero troppo forte e sono diventati marito e moglie di nascosto. Lo sappiamo: Banfi negli ultimi anni ha ridotto le sue partecipazioni cinematografiche o televisive, ma non è rimasto fermo. La decisione di aprire il ristorante è arrivata per garantirsi comunque un’entrata ma anche godersi la vita insieme alla famiglia. A quanto pare, però, nei prossimi anni le preoccupazioni avranno la meglio.