Grande Fratello sospeso? Codacons si scaglia contro, l’esposto: “chiusura immediata, è un circo degli orrori” (1 di 3)

Notizie Curiose
Pubblicato il 15 maggio 2018, alle ore 08:45

Grande Fratello sospeso? Codacons si scaglia contro, l’esposto: “chiusura immediata, è un circo degli orrori”

Codacons richiede la chiusura immediata del reality.

La quindicesima edizione del Grande Fratello Nip di quest’anno ha scatenato molte polemiche fin da subito. Tutto è iniziato proprio dall’espulsione di Baye Dame per gli insulti e le violenze psicologiche nei confronti della concorrente spagnola Aida Nizar. Un atteggiamento che ha causato la squalifica del concorrente, tutto questo ha fatto sì che molta gente si scalgliasse contro il reality e la produzione stessa. In molti fin da subito avevano criticato questa edizione del reality ma ora arriva

Grande Fratello sospeso? Codacons si scaglia contro, l’esposto: “chiusura immediata, è un circo degli orrori”

anche un esposto da Codacons all’Agcom, l’associazione dei consumatori definendo il reality come un vero e proprio “circo degli orrori” con personaggi borderline, volgarità di qualsiasi genere, violenze verbali e finte storie d’amore costruite per aumentare l’audience. È stato definito come una discarica televisiva molto diseducativa ed inoltre sono stati molto giudicati i concorrenti per i loro comportamenti diseducativi. Codacons ha disposto la chiusura immediata della trasmissione qualora l’azienda non adotterà in poco tempo le misure necessarie affinché questo reality possa essere oggetto di svago e no di altro.

Grande Fratello sospeso? Codacons si scaglia contro, l’esposto: “chiusura immediata, è un circo degli orrori”

Dall’esposto si legge: “Tra volgarità di vario tipo, violenze verbali, personaggi borderline e finte storie d’amore a uso e consumo delle telecamere, il Grande Fratello è diventato una `discarica televisiva´, altamente diseducativa specie per i più giovani. Ad aggravare la situazione la scelta degli autori di inserire nella casa personaggi sopra le righe che sembrano mostrare disagi psicologici, le cui debolezze vengono così sfruttate ai fini di audience in una sorta di `circo degli orrori´.” E così, conclude l’esposto, l’associazione dei consumatori chiedendo a Mediaset: “di fare un passo indietro, disponendo la sospensione del programma nell’interesse dei telespettatori.