Furti ai calciatori del Napoli fanno parte di una strategia del terrore”: l’inquietante ipotesi (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 12 novembre 2019, alle ore 11:35

Furti ai calciatori del Napoli fanno parte di una strategia del terrore”: l’inquietante ipotesi

Dietro ai furti che hanno colpito i calciatori del Napoli negli ultimi giorni ci potrebbe essere una strategia del terrore finalizzata a convincerli a lasciare la squadra. Sarebbe questa una delle ipotesi a cui lavorano gli inquirenti. Ad insospettire è soprattutto il tempismo con cui sono stati colpiti Allan Zielinski, entrambi vittime di rapina a pochi giorni dall’ammutinamento.

Nella serata di venerdì, dei ladri si sono intrufolati nella casa di Allan.

Furti ai calciatori del Napoli fanno parte di una strategia del terrore”: l’inquietante ipotesi

Il centrocampista del Napoli non si era accorto di nulla poichè in quel momento era in un altro piano della villa, insieme alla moglie e ai figli.

Fortunatamente nessuno si è fatto male, ma ora si teme che i malviventi lo abbiano scelto come vittima solo per convincerlo a lasciare Napoli. Tant’è che per timore di nuovi furti, Allan avrebbe convinto la moglie e i figli a trasferirsi momentaneamente.

Furti ai calciatori del Napoli fanno parte di una strategia del terrore”: l’inquietante ipotesi

Thais si è poi sfogata sui social parlando della delicata situazione che sta vivendo la sua famiglia: “La nostra intimità violata… Miei figli che piangevano terrorizzati! Da quando siamo arrivati a Napoli siamo stati accolti benissimo, ma ora la gente non può usare notizie false per fare così a una famiglia con bambini, questo non è calcio questo non è tifo…”

Secondo alcuni rumors, anche Lady Zielinski si sarebbe momentaneamente allontanata dalla città dopo che domenica scorsa ha scoperto i danni causati dai ladri alla sua auto.