Colombia, sniffa cocaina sulla tomba di Escobar: espulso e allontanato dai figli (1 di 2)

Notizie Curiose
Pubblicato il 2 gennaio 2019, alle ore 15:30

Colombia, sniffa cocaina sulla tomba di Escobar: espulso e allontanato dai figli

A volte per fare colpo su amici e conoscenti veniamo spinti a compiere atti di cui un giorno quasi sicuramente ci pentiremo. E’ quello che è successo a un turista britannico che si è fatto filmare mentre sniffava cocaina sulla tomba di Pablo Escobar. Una goliardata che non solo non ha sortito gli effetti voluti, ma che gli è costata anche carissima.

Colombia, sniffa cocaina sulla tomba di Escobar: espulso e allontanato dai figli

L’uomo infatti è stato cacciato dalla Colombia, allontanato dai suoi figli per 5 anni e ha persino ricevuto minacce di morte su internet e tramite posta. Steven Semmens, 35 anni, si è lasciato filmare mentre versava la polvere bianca nel punto in cui il famigerato boss del Cartello di Medellín è stato sepolto a Itagui, in Colombia, all’inizio di quest’anno.

Colombia, sniffa cocaina sulla tomba di Escobar: espulso e allontanato dai figli

L’uomo, originario di Swansea, nel Galles, ha detto che lo considerava come un “segno di rispetto”, ma è stato cacciato dalla Colombia – paese in cui vivono attualmente la sua compagna e i suoi figli gemelli. L’ “esilio” impostogli dallo stato sudamericano varrà per i prossimi 5 anni. 
“Mi hanno scritto minacce di morte su Facebook. Hanno detto che se mi avessero trovato mi avrebbero fatto la pelle.