Iscriviti

USA: cucciolo muore durante un volo in aereo. "L’hostess aveva ordinato di farlo viaggiare nella cappelliera"

Un assistente di volo della United Airlines avrebbe insistito affinchè la padrona di un cucciolo di bulldog francese lo posizionasse nella cappelliera per tutta la durata del viaggio. All'atterraggio la tragica scoperta: il cane era morto.

Natura e Animali
Pubblicato il 15 marzo 2018, alle ore 09:15

Mi piace
9
0
USA: cucciolo muore durante un volo in aereo. "L’hostess aveva ordinato di farlo viaggiare nella cappelliera"

Un cucciolo di 10 mesi di bulldog francese è morto durante un volo della United Airlines. La compagnia aerea si ritrova al centro di una nuova bufera, in quanto pare che un assistente di volo avesse chiesto ai proprietari di rinchiudere l’animale all’interno della cappelliera, assicurando che non ci fosse stato alcun pericolo. Ma una volta atterrati, il cucciolo di nome Puppy, aveva smesso di respirare.

Dopo l’incidente accaduto durante il volo, molti viaggiatori hanno raccontato la notizia sui social, che si è diffusa facendo il giro del mondo. Una passeggera del volo Houston-New York, ha twittato una foto del cagnolino scrivendo poi: “Voglio aiutare questa donna e sua figlia. Hanno perso il loro cane a causa di un assistente di volo United. Il mio cuore è spezzato”. Un’altra passeggera – Maggie Gremminger – ha dichiarato: “Il cestino conteneva evidentemente un cane e mentre la donna chiedeva di poterlo lasciare sotto al sedile, l’inserviente la spingeva a mettelo nel portaborse sopraelevato, ma là sopra non passava l’aria“.

Da quanto è emerso al momento, pare che un membro della compagnia United Airlines, avrebbe insistito per far viaggiare il cucciolo di bulldog nella cappelliera, nonostante fosse in un trasportino a norma. La donna, proprietaria del cane avrebbe più volte protestato ma senza ottenere nulla. I passeggeri, che sono diventati testimoni della disavventura, affermano che più volte durante il viaggio si sentiva il cane lamentarsi, e poi a un certo punto il silenzio. Poi la tragica scoperta dopo l’atterraggio, da parte della padrona Catalina Robledo.

La donna oltre al cane, viaggiava con due figli, di cui un neonato. Appena all’atterraggio ha aperto la cappelliera, ha tentato di rianimare il cucciolo, una testimone scrive: “Sono disgustata e traumatizzata. Gli animali domestici sono come dei familiari. Come può un assistente di volo costringere un passeggero a mettere il suo animale in un vano senza aria?”.

La compagnia aerea si è scusata con Catalina e la sua famiglia, per la morte del cane, ammettendo l’errore e assumedosi la responsabilità di quanto accaduto, e poi dichiara: “Stiamo investigando a fondo sull’accaduto per evitare che si ripeta“. Già lo scorso anno la compagnia era stata denunciata dal proprietario di un coniglio morto sempre durante un volo. Secondo il report effettuato dal Dipartimento dei trasporti, la United Airlines ha nel 2017 il maggior numero di animali deceduti durante i voli, con 13 feriti e 18 morti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Serena Spaventa

Serena Spaventa - Ci sono delle leggi chiare e precise per il trasporto di animali durante i viaggi in aereo. Sia i passeggeri che gli assistenti di volo dovrebbero rispettare tali leggi, senza modificarle, proprio per non avere conseguenze catastrofiche. Il numero elevato di decessi di animali durante i voli della United Airlines, dovrebbe rappresentare fonte di riflessione e modifiche da parte della compagnia aerea.

Lascia un tuo commento
Commenti
Melania Mel
Melania Mel

16 marzo 2018 - 10:18:52

Sono d'accordo con il tuo pensiero, ciò che è accaduto non è accettabile!

0
Rispondi