Iscriviti

Uomo prende a calci il suo cane in mezzo alla folla a Rimini

Nella notte riminese, un uomo ha lanciato per terra il suo cane e lo ha cominciato a prendere a calci. La folla ha chiamato le forze dell'ordine ed ha bloccato il pestaggio.

Natura e Animali
Pubblicato il 1 agosto 2018, alle ore 11:16

Mi piace
16
0
Uomo prende a calci il suo cane in mezzo alla folla a Rimini

Nel bel mezzo della vita notturna di Rimini, un uomo ha compiuto un gesto gravissimo nei confronti del proprio animale da compagnia, un cane: questa persona, senza alcun motivo apparente, ha lanciato con forza all’improvviso il quattrozampe per terra ed ha iniziato a prenderlo a calci con molta forza e violenza.

Il povero animale, un cane di piccola taglia, non è riuscito in alcun modo ad evitare la violenza cieca ed improvvisa del suo padrone, rimanendo passivo ed assistendo inerme alla furia cieca della persona che lo ha sempre accompagnato con sé. La piccola bestiola ha comunque resistito ai tanti colpi subiti in quegli istanti, tenendo aperte le chances di sopravvivenza, sperando che la situazione mutasse a proprio favore.

Nonostante l’ora fosse piuttosto tarda, la zona dove è avvenuto il violento pestaggio è il lungomare di San Giuliano Mare, dove la vita notturna è molto attivo e la gente è comunque quasi sempre presente anche durante le ore notturne. Alcune persone che hanno assistito alla scena sono accorse in aiuto del cagnolino ed hanno fermato l’uomo, che altrimenti avrebbe continuato a lungo a pestare il proprio cane.

Con fatica le persone presenti sul lungomare sono riuscite a bloccare questo personaggio, che è apparso alterato e probabilmente sotto gli effetti dell’alcol. Nel frattempo le stesse buone anime che si sono occupate hanno chiamato la Polizia che in breve tempo è giunta sul posto con le unità cinofile per riportare all’ordine la situazione che da diversi istanti era degenerata.

L’uomo, un 52enne residente in città, non è stato in grado di giustificare il proprio comportamento e, dopo l’interrogatorio, è stato denunciato per maltrattamento di animali. Il suo povero cagnolino, invece, è stato sequestrato dalle forze dell’ordine e portato al canile comunale di Rimini, dove gli operatori cureranno i suoi numerosi ematomi e provvederanno a cercargli una nuova famiglia.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Non ci sono giustificazioni possibili per questi gesti di violenza gratuita contro gli animali: la legge prevede giustamente di allontanare i padroni aggressivi e malevoli dai loro animali da compagnia, per dare loro un futuro migliore. Non so come un cane così piccolo abbia fatto a salvarsi ed a resistere ad una furia così totale. Le persone che hanno fermato per tempo la situazione sono state gli angeli custodi di questo cane, che senza di loro sarebbe probabilmente andato all'altro mondo.

Lascia un tuo commento
Commenti
Mara Ricci
Mara Ricci

01 agosto 2018 - 11:37:13

Sono veramente stanca di leggere tutte queste cattiverie nei confronti di creature indifese che non chiedono nulla se non un po' d'amore. Povero piccolo spero che adesso possa trovare una brava famiglia che si prenda cura di lui veramente.

0
Rispondi
Mara Ricci
Carmine De Luca

04 agosto 2018 - 15:21:52

Spero che all'individuo venga trattato nello stesso modo. Oppure spero di incontrarlo al più presto

0