Iscriviti

Malato di Alzheimer si perde in un bosco, un cane randagio lo salva

Un malato di Alzheimer, in Spagna, si è perso nei boschi e probabilmente non avrebbe più ritrovato la via di casa; ma un cane randagio lo ha trovato ed è stato con lui fino all'arrivo dei soccorsi.

Natura e Animali
Pubblicato il 4 settembre 2018, alle ore 14:12

Mi piace
16
0
Malato di Alzheimer si perde in un bosco, un cane randagio lo salva

In Spagna un cane, per di più randagio e senza dimora, si è reso protagonista di un bellissimo gesto nei confronti di un uomo in difficoltà. La cronaca di questi avvenimenti prende forma nel paese di Burriana, provincia di Castellon, nella comunità Valenciana. Un 75enne originario di Burriana, malato di Alzheimer, nella giornata di giovedì scorso è uscito di casa e si è allontanato senza una meta, perdendosi negli ampi boschi che circondano il paese; i suoi familiari, non trovandolo più tra le mura di casa, hanno subito compreso l’accaduto ed hanno presto chiamato i soccorsi e le autorità per preparare le ricerche sul campo.

L’anziano, una volta trovatosi nei grandi spazi boschivi ed essendosi ripreso da una delle amnesie che comporta l’Alzheimer in fase avanzata, ha compreso che, in quella situazione non si sarebbe salvato, perché al buio e senza nessun punto di riferimento, non avrebbe più ritrovato la via per tornare a casa con tranquillità. Quindi, incredibilmente, da chissà dove, ecco comparire un cane, un randagio smilzo e con una corporatura molto esile, segnata dalla fame, che raggiunge l’uomo in difficoltà, gli si avvicina e gli fa compagnia, senza più abbandonarlo.

Il cane ha rappresentato la salvezza per questo signore, che lo ha abbracciato ed ha riposato vicino a lui, attendendo che qualcuno lo trovasse. I soccorsi sono giunti in quel punto sperduto tra la vegetazione la mattina successiva ed hanno trovato l’anziano in uno stato di ipotermia, fatto che avrebbe determinato la sua morte sicura se non ci fosse stato il cane, che lo ha riscaldato quanto basta per potersi salvare.

Nel momento in cui il 75enne è stato accompagnato sull’ambulanza, il cane, dimostrando un particolare affetto nei confronti dell’anziano, è salito di sua spontanea volontà sulla vettura di soccorso per offrire la sua piacevole compagnia durante il tragitto fino all’ospedale.

Il cane è risultato a tutti gli effetti un randagio e un’associazione che si occupa di trovatelli si è presa cura di lui e lo ha posto in adozione; ma è subito intervenuta la famiglia del 75enne, che lo ha preso con sé e lo ha portato a casa propria, dimostrando la riconoscenza verso questo fedele e benemerito quattrozampe.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Incredibile questo avvenimento, un cane che dal nulla è comparso come un angelo custode per salvare un anziano malato di Alzheimer, disperso nei boschi; senza di lui è probabile che l'uomo sarebbe morto o per ipotermia o per qualche caduta al buio che, per un 75enne, sarebbe potuta risultare fatale. L'affetto del quattrozampe verso lo sconosciuto è stato grandissimo, tanto quanto la riconoscenza della famiglia dell'uomo che, dopo questo gesto eroico, lo ha adottato.

Lascia un tuo commento
Commenti
Analy Coromoto Flores
Analy Coromoto Flores

05 settembre 2018 - 23:53:17

mi suegro murió de viejito, pero tenía alzheimer. y se que ese paciente amó los animales, perder la memoria no es perder la calidad del ser humano eso vence las fronteras de la memoria. amo la naturaleza y los animales

0
Rispondi
Analy Coromoto Flores
Analy Coromoto Flores

05 settembre 2018 - 23:47:48

es maravilloso como un perro da la compañía de calidad

0
Rispondi