Iscriviti

Gatto viene salvato dalla "Sopraelevata" di Genova

La "Sopraelevata" di Genova non è certo il miglior luogo della città ligure per fare una passeggiata a piedi. Ancora meno se a farlo è un gatto salvato dopo numerose auto che lo hanno schivato e tante segnalazioni.

Natura e Animali
Pubblicato il 20 aprile 2018, alle ore 15:49

Mi piace
15
0
Gatto viene salvato dalla "Sopraelevata" di Genova

Genova è una città meravigliosa, che offre tantissimi spunti per visitarla e per camminare: la città vecchia, i carrugi, le chiese, il lungomare, l’Acquario, il porto vecchio, la passeggiata di Nervi e molto altro. La “Sopraelevata” (la strada che attraversa come un viadotto il lungomare genovese) non rientra tra i luoghi più belli in cui passeggiare.

Questo, ancora meno, se ad intraprendere una camminata in questo luogo caotico è un gatto. Non si sa come e non si sa neanche il perché, siccome è difficile accedere ad un posto così alto rispetto alla base del terreno, ma sono state molte le segnalazioni lanciate dagli automobilisti alla Polizia Municipale della presenza del quattrozampe, che costringeva a slalom e dribbling molto pericolosi per evitarlo.

Il gatto, suo malgrado, ha capito molto velocemente che trovarsi su quel lungo ponte, con tante vetture che sfrecciavano veloci, non era stato l’itinerario migliore scelto nella sua vita. Il gatto era in preda al panico e non sapeva in che modo potersi salvare, continuando ad evitare auto per auto. Inoltre si è probabilmente affacciato più volte oltre i guardrail, ma si è reso conto che l’altezza da cui saltare era proibitiva e ciò lo ha ancor più confuso.

Gli automobilisti non potevano certo fermarsi in quelle corsie, dove le auto sfrecciano a grande velocità, ma hanno chiamato più volte i responsabili del comune per segnalarlo e salvarlo: così sul posto sono giunte le auto della Polizia Municipale, accompagnate da un mezzo degli uomini della Croce gialla animali.

Il felino è stato trovato rannicchiato e nascosto dietro un piloncino del guardrail esterno, in evidente stato di shock, ma per fortuna anche in ottime condizioni fisiche, senza i segni di urti violenti contro le vetture. E’ stato poi visitato presso il centro medico della Croce gialla animali e successivamente è stato trasportato al canile di Monte Contessa.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Mi viene da pensare, purtroppo, a qualcosa di negativo, dopo aver raccontato questo fatto: siccome la "Sopraelevata" di Genova è irraggiungibile, in quanto sopra al livello del terreno per almeno una decina di metri, senza scalette ed appigli che vi favoriscano la salita, temo che qualcuno abbia compiuto il terribile gesto di liberarsi del proprio gatto lanciandolo dal finestrino dell'auto in corsa. A pensar male si fa peccato, ma qualche volta ci si azzecca: e temo che questa volta sia proprio ciò che è accaduto. Siamo pieni fin sopra i capelli di storie di abbandono e di violenza sugli animali. L'unica buona notizia è che il gatto è sano e salvo e che gli automobilisti, seppur guidando in condizioni rischiose, hanno fatto di tutto per evitarlo ed hanno segnalato subito la sua presenza.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!