Iscriviti

Ennesima gaffe della United Airlines: cane imbarcato sul volo sbagliato costringe l’aero a deviare rotta

Altra figuraccia per la United Airlines, costretta a deviare uno dei suoi voli dopo aver scoperto di aver imbarcato un cane su una destinazione sbagliata. Per la compagnia statunitense è il terzo incidente con un cane nel giro di una settimana.

Natura e Animali
Pubblicato il 19 marzo 2018, alle ore 11:59

Mi piace
20
0
Ennesima gaffe della United Airlines: cane imbarcato sul volo sbagliato costringe l’aero a deviare rotta

Per l’United Airlines siamo all’ennesima gaffe che vede per protagonista un cane. Questa volta la compagnia statunitense, così come riportato dal Washington Post, è stata costretta a deviare un volo partito da Newark, nello Stato del New Jersey, e diretto a St. Louis, nello Stato del Missouri.

Come spiegato da Natalie Noonan, portavoce della quarta compagnia al mondo per numero di passeggeri trasportati, tutto è sorto nel momento in cui ci si è resi conto di un abbaglio: un cane diretto ad Akron, in Ohio, era stato erroneamente imbarcato sull’aeromobile con destinazione finale St. Louis. Il disguido ha costretto il capitano a deviare dall’itinerario prestabilito. Con questa manovra si è così permesso di ricongiungere il cane con i suoi padroni.

Ovviamente questo cambio di rotta non è stato indolore. Il volo 3966 ha dovuto virare verso nord-est, atterrando in Ohio. L’aeromobile ha così accumulato un ritardo di circa due ore: come spesso accade in queste circostanze, i passeggeri contrariati sono stati rimborsati con l’indennizzo di rito.

Per la compagnia statunitense si tratta di una settimana davvero da dimenticare. Lunedì 12 marzo un bulldog francese era rimasto soffocato all’interno di una cappelliera a seguito delle insistenze di un assistente di volo. Quest’ultima aveva costretto la proprietaria a far viaggiare il suo quadrupede nello scompartimento sopra i sedili dei passeggeri. In questa circostanza la United Airlines aveva fatto mea culpa, scusandosi per il “tragico incidente che non sarebbe mai dovuto avvenire”. Nell’occasione era anche stato ribadito che qualsiasi animale non dovrebbe mai volare all’interno della cappelliera.

Ma non erano passate nemmeno 24 ore, ed ecco pronta l’ennesima gaffe. Uno scambio di identità canine aveva coinvolto Irgo, pastore tedesco ed un alano. Il primo doveva raggiungere il Kansas, l’altro il Giappone. Per un errore le loro destinazioni sono state invertite. Per riabbracciare il suo amico a quattro zampe, la padrona del povero Irgo ha dovuto attendere il ritorno di un volo charter istituito proprio per riportare a casa il cane. Anche l’alano è stato allo stesso tempo restituito alla sua famiglia giapponese. A quanto pare l’errore sarebbe stato commesso presso uno scalo comune dei due animali presso l’aeroporto di Denver.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Errare è umano, ma perseverare è diabolico. Probabilmente è proprio quello che in molti avranno pensato considerando le ultime disavventure della United Airlines. Del resto tre incidenti con i cani nel giro di una settimana devono far accendere la lampadina a qualcuno. Probabilmente manca la giusta attenzione verso dei passeggeri che vengono considerati di serie B.

Lascia un tuo commento
Commenti
Nicola Celentano
Nicola Celentano

27 marzo 2018 - 01:42:49

sono allucinato dalla notizia del cane nella cappelliera :(

0
Rispondi