Iscriviti

Colombia, una donna abbandona il cane fuggendo in taxi

La triste vicenda dell'abbandono di un cane si può consumare anche mediante un taxi: ne è la prova quanto accaduto in Colombia, dove l'ex proprietaria di un cagnolino è fuggita con il mezzo pubblico, lasciando il quattrozampe per strada.

Natura e Animali
Pubblicato il 19 ottobre 2018, alle ore 15:11

Mi piace
12
0
Colombia, una donna abbandona il cane fuggendo in taxi

Un filmato proveniente dalla Colombia e postato su Internet ha permesso di portare alla luce un terribile abbandono di un cane, il quale ha fatto di tutto per evitare il tragico destino deciso dalla sua padrona, combattendo e lottando con tutte le sue forze. Il video proviene da Medellin, una delle principali città della Colombia che, come tutte le metropoli del Sudamerica, si contraddistingue per traffico congestionato e persone che camminano velocemente su ogni marciapiede. In tale contesto, però, l’abbandono di un animale non è passato inosservato ed è come si è sviluppata la situazione a rendere la vicenda unica nel suo genere.

Una donna che aveva con sé un cane di media taglia pareva voler passeggiare con lui in una giornata di pioggia, ma poi ha preso una decisione inaspettata, sotto gli occhi di tutti: ha chiamato e preso un taxi che passava di lì ed ha abbandonato il quattrozampe, ancora con il collare, lasciandolo volontariamente fuori dal veicolo e intimando all’autista di andarsene velocemente. Il taxi era però imbottigliato in mezzo a centinaia di altre vetture nel centro cittadino e non avrebbe mai potuto acquisire grande velocità: il cane ha dunque inseguito il veicolo correndo come un forsennato sotto la pioggia, rifiutando in tutti i modi l’abbandono da parte della sua proprietaria e dimostrando invece un grande affetto ed un’ampia dose di fedeltà verso di lei.

Un motociclista che si trovava subito dietro il taxi ha preso il proprio telefonino e si è messo a filmare la situazione, che testimonia la foga del cane nel sostenere la velocità di crociera del veicolo e che, ad ogni sosta dovuta al traffico intenso, si metteva di fronte alla portiera dietro la quale si trovava la sua ex amica umana. La polizia, passando di lì, ha assistito alla scena e, dopo 20 minuti di corsa insistita da parte del cane, ha fermato il taxi per cercare di capire la situazione.

La donna ha negato l’evidenza di fronte agli agenti, sostenendo di non essere la proprietaria della bestiola ma che si trattava di un cane randagio che aveva nutrito e che era solito inseguirla. Ma i testimoni, compreso il motociclista, erano tanti e tutti hanno visto e sentito i guaiti dell’animale mentre rincorreva il veicolo, comprendendo che il quattrozampe era stato vittima di un abbandono. La donna ha quindi ritrattato, sostenendo che il cane era di proprietà di una conscente. Ma nessuno le ha creduto e gli insulti dei presenti hanno accompagnato la donna finchè è stata portata via dalle forze dell’ordine.

Tale indignazione si è moltiplicata quando la notizia si è diffusa ed il motociclista ha postato il suo video, che testimonia il reale andamento dei fatti. Il cane, fortunatamente, sta bene ed è sotto la protezione delle forze di polizia, che hanno reso noto che il loro amico a quattro zampe ha già trovato qualcuno che, avendo assistito alla scena fin dall’inizio, ha deciso di adottarlo. La vicenda si è dunque risolta con un lieto fine per la povera bestiola.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Negare l'evidenza è un compito sempre difficile, impossibile quando ci sono decine di testimoni, un filmato, un cane che ti segue con affetto e la polizia che ti interroga: una donna colombiana ha provato a fare questo e a rifiutare il fatto di vedersi attribuito l'abbandono di un cane attraverso una fuga in taxi. L'episodio singolare ha mosso l'indignazione totale dei testimoni e del Web ed il filmato mostra la struggente fedeltà del cane che va oltre l'abbandono. Le persone che abbandonano gli animali di cui erano amici fino ad un secondo prima non hanno nemmeno un briciolo di cuore.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!