Iscriviti

Cercatori di funghi dispersi in Calabria, il cane Full li riporta a casa

Due cercatori di funghi si sono inoltrati nelle distese dei boschi della Sila, in Calabria, e non hanno più trovato la via per tornare a casa. Il cane Full li ha ritrovati in un paesaggio molto complesso da esplorare.

Natura e Animali
Pubblicato il 7 ottobre 2018, alle ore 12:41

Mi piace
14
0
Cercatori di funghi dispersi in Calabria, il cane Full li riporta a casa

Due cercatori di funghi di 47 anni e di 42 anni sono stati dati per dispersi mentre cercavano dei funghi sui monti della Sila, in Calabria. La loro esperienza in questo genere di passeggiate e di ricerca di funghi commestibili non ha permesso loro però di ritrovare la via di casa e così non hanno dato più notizie.

L’allarme della scomparsa dei due adulti è stato dato dalla famiglia nella serata di giovedì, precisamente alle 19.00, non vedendoli rincasare, visto che avevano dato appuntamento a casa nel pomeriggio. I loro telefoni cellulari non davano alcun segnale di risposta, così sono state allertate le forze dell’ordine, in particolare i Carabinieri Forestali, che hanno cominciato ad allertare molte delle loro unità.

Nello specifico, a guidare le ricerche sul monte Curcio sono stati i carabinieri della stazione di Camigliatello e gli uomini del Soccorso Alpino, Le unità cinofile sono state guidate dal loro cane di punta, Full, di grande esperienza nel settore della ricerca di dispersi. Trovata la vettura dei due uomini sullo sterrato che conduce verso la vetta del monte, in quel momento sono state orientate le ricerche in quei boschi.

Il cane Full ha dimostrato tutto il suo valore, conducendo in un tempo relativamente breve i soccorritori verso i due uomini, che si trovavano nella zona dei boschi di Macchia Sacra in evidente stato di difficoltà e confusione, ma fortunatamente in buone condizioni.

Le condizioni meteorologiche non ha aiutato le ricerche condotte da Full, vista la pioggia battente, ma il cane, un esemplare di grigione di quattro anni, ha dato comunque l meglio di sé. I due cercatori di funghi sono stati riaccompagnati dal cuore del bosco fino alla loro autovettura e da lì sono rincasati per riabbracciare i propri familiari. L’impresa di Full, infine, è stata riportata da tutti gli organi di stampa calabresi e il cane è diventato noto anche su Internet.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Il cane Full ha ricevuto tutte le lodi e la popolarità che merita per la sua eroica impresa: sotto una pioggia molto forte è riuscito comunque a fiutare le tracce ormai cancellate dal maltempo dei due cercatori di funghi dispersi. Da soli i pur validi forestali ed alpini non sarebbero riusciti a rintracciarli in tempo per trovarli ancora in buone condizioni di salute. I cani da ricerca sono sempre importantissimi e bisognerebbe investire molte risorse in questo comparto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!