Iscriviti
Bologna

Casalecchio di Reno, cane pendolare sbaglia treno e si perde

Un cane San Bernardo del Bolognese ha preso un treno per tornare a casa, ma ha sbagliato direzione e si è trovato da tutt'altra parte.

Natura e Animali
Pubblicato il 3 novembre 2018, alle ore 13:22

Mi piace
18
0
Casalecchio di Reno, cane pendolare sbaglia treno e si perde

L’episodio curioso che stiamo raccontando si è verificato nel Bolognese: Leone, un cane San Bernardo, si è trovato casualmente nei pressi della stazione di Casalecchio di Reno, vicino Bologna e nella confusione ha visto fermarsi di fronte a lui un treno, che è parso una ghiotta occasione per tornare nella sua abitazione.

A contribuire alla scelta del quattrozampe di salire sul convoglio ferroviario è stata la sua confusione: molte persone che lo hanno avvistato hanno pensato effettivamente che quel cane non poteva essere un randagio e che non poteva che vivere nei dintorni, al massimo a qualche chilometro di distanza. Però il cane ha prediletto la soluzione del treno per rincasare.

Il convoglio in partenza dalla stazione di Casalecchio era diretto a Bologna, ma quella non era la direzione giusta per tornare a casa: tra lo stupore generale, i passeggeri si sono ritrovati questo bel cane come compagno di viaggio, tranquillo e gioioso, ma anche molto confuso dalla situazione in cui si era messo suo malgrado nelle ore precedenti.

Sul treno, per fortuna, c’era anche un maresciallo dei Carabinieri della stazione di Bologna Navile, Nicola Patti, che era fuori servizio, ma che si è sentito comunque, con ligio dovere civico, di risolvere l’ambigua situazione: il militare ha preso in consegna il cane e, giunto a Bologna, lo ha portato in caserma.

I Carabinieri del territorio bolognese si sono mossi subito per ricostruire gli spostamenti del San Bernardo e, con impegno, in poco tempo sono riusciti a trovare il bandolo della matassa, grazie al microchip: il cane in realtà era arrivato a Bologna da molto lontano, da Lama di Reno, un paese di campagna distante più di venti chilometri dal centro del capoluogo emiliano.

Il cane è stato dunque restituito al legittimo proprietario, ricostruendo l’accaduto: l’animale deve aver scavalcato la recinzione dell’azienda agricola e deve essersi allontanato, raggiungendo così la stazione del paese e prendendo, probabilmente, un treno poco affollato. Sceso a Casalecchio di Reno, una stazione molto più trafficata, in tanti l’hanno notato, ma lì il cane pendolare” avrebbe preso il treno sbagliato per tornare a casa.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Il cane "pendolare" era molto confuso, ma anche tutti coloro che lo hanno avuto come compagno di viaggio solitario sono rimasti più stupiti di lui: era chiaro fin da subito che quel bel cane, così in buone condizioni, non poteva essere un randagio. Un maresciallo dei Carabinieri fuori servizio si è occupato di lui ed ha risolto la situazione in poco tempo. Il cane ha compiuto un viaggio di oltre venti chilometri, cambiando treno, ma sbagliando la direzione per tornare a casa; la prossima volta, il bel San Bernardo dovrà essere meno distratto e stare un po' più attento.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!