Iscriviti

Cane uccide un suo simile e ferisce la padrona dello sventurato

Anche i cani, come noi umani, hanno i loro momenti di follia: in giro con la propria padrona, ha ucciso un altro cane ed ha ferito la padrona dello sventurato animale con grande veemenza.

Natura e Animali
Pubblicato il 12 giugno 2018, alle ore 09:10

Mi piace
13
0
Cane uccide un suo simile e ferisce la padrona dello sventurato

A Paladina, in provincia di Bergamo, si è verificato un fatto molto grave che riguarda un cane, stavolta il protagonista della storia è proprio lui; lo scenario del delitto, se così possiamo classificarlo, è stato il parco pubblico del paese che, per l’appunto, si trova a pochi chilometri dal capoluogo di provincia lombardo.

Un uomo stava portando, come al solito, il suo cane, un grosso esemplare di razza Amstaff, a fare un giro rilassante all’ombra del verde pubblico del centro del paese, quando ha incontrato una donna, anch’essa a piedi con il suo cagnolino, e qui è avvenuto il momento del misfatto.

L’amstaff, che era al guinzaglio, con una forza incredibile è sfuggito al controllo del suo padrone e si è gettato sul suo simile, un meticcio di modeste dimensioni: la violenza messa in atta dal grosso quadrupede è stata tale che in pochi morsi ha buttato a terra il cane malcapitato, uccidendolo sul colpo con un violento morso al collo che lo ha dissanguato.

Dopo la sua prima vittima, la violenza dell’amstaff non si è placata, esso si è avventato anche sulla donna terrorizzata, una 50enne del paese e con la stessa vigoria ha colpito la donna al polpaccio, ferendola con un profondo morso, prima che il suo padrone riprendesse il controllo del cane.

Chi ha assistito inebetito alla scena ha chiamato il 118 e sul posto sono presto accorsi i sanitari, che hanno portato la donna all’ospedale e le hanno applicato le medicazioni che erano necessaria: per sua fortuna, la signora se l’è cavata molto bene.

Ben diverso, invece, il discorso che riguarda l’uomo che portava il cane, un 89enne del paese, che le forze dell’ordine hanno scoperto che non era il proprietario del grosso canide, ma il padre del padrone dell’amstaff. La ricostruzione dei fatti ha confermato che il cane è sfuggito al controllo dell’anziano, che è stato denunciato per omessa custodia dell’animale, visto quanto è accaduto in seguito.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Anche gli animali, purtroppo, come noi umani, hanno i loro momenti di follia ed essi talvolta si rendono pessimi protagonisti di fatti di cronaca, come questo amstaff che ha ucciso un altro cane e ferito la sua padrona, il tutto in un istante. Per fortuna la signora si è salvata dalla furia del cane. La differenza che si deve notare, però, è che i cani, come gli animali, sono guidati dall'istinto, mentre noi dovremmo far prevalere la ragione: evidentemente non è sempre così.

Lascia un tuo commento
Commenti
Andreea Manoliu
Andreea Manoliu

13 giugno 2018 - 14:14:13

Non ci sono parole !

0
Rispondi
Mara Ricci
Mara Ricci

12 giugno 2018 - 12:08:07

Non smetterò mai di ripetere: non esistono cani cattivi ma purtroppo esistono padroni sbagliati. Basterebbe avere un po' di accortezza in più e magari usare la museruola soprattutto perchè con queste razze di cani (molossi) è obbligatoria. Queste tragedie potrebbero essere evitate...ma purtroppo succedono sempre...

0
Rispondi