Iscriviti
Milano

Cane Labrador cade in un pozzo di cemento: salvato dai Vigili del Fuoco

A Milano un cane Labrador ha passato ore che non avrebbe mai voluto trascorrere, in quanto caduto in un pozzo di cemento pieno d'acqua. L'arrivo dei Vigili del Fuoco ha permesso che si salvasse.

Natura e Animali
Pubblicato il 27 novembre 2018, alle ore 22:48

Mi piace
19
0
Cane Labrador cade in un pozzo di cemento: salvato dai Vigili del Fuoco

A Baranzate di Bollate, in provincia di Milano, uno dei paesi confinanti con il capoluogo lombardo che fanno parte della cintura suburbana, un cane Labrador nero ha vissuto una brutta avventura, cadendo in una vasca di cemento allagata, non troppo larga, ma piena dell’acqua piovana caduta consistentemente in questo mese di novembre.

Il pozzo, sito in un’area verde molto ampia nei pressi di via Monte Aprica, era aperto e non aveva una grata che impedisse la caduta. Purtroppo la colpa del cane è stata solo quella di avvicinarsi troppo e credere di restare al sicuro, ma un passo falso si è rivelato fatale e così la povera bestiola si è ritrovata suo malgrado ad annaspare tra le acque ferme e stagnanti di quella trappola artificiale.

Senza comprendere di chi fosse quel Labrador e come fosse arrivato fin lì da solo, fortunatamente qualcuno di passaggio ha udito i lamenti ed il pianto del cane, lo ha individuato ed ha chiamato i Vigili del Fuoco che, nel corso di questo 2018, nella provincia di Milano hanno compiuto quasi mille interventi per salvare animali in difficoltà.

Sul posto sono giunti anche i sommozzatori, allo scopo di scendere nel pozzo in cemento, tranquillizzare il cane, legarlo con delle funi e preparare una sorta di carrucola, in grado di riportare alla luce il povero Labrador. L’operazione è durata alcune ore e alla fine tutto è stato portato a termine con successo.

Il cane era infreddolito a causa della bassa temperatura dell’acqua in cui era immerso ed era, ovviamente, completamente fradicio, per cui è stato necessario asciugargli il pelo e coprirlo per ripararlo dalle fresche temperature di questi giorni di fine novembre. Grazie al microchip ed alle testimonianze degli abitanti del posto, si è riusciti in fretta a risalire ai leggittimi proprietari, che si sono ricongiunti con il loro amato Labrador, scomparso nel nulla per alcune ore.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Tutto è bene quel che finisce bene ma, proprio come nel caso dell'aggressione da parte di due Akita nei confronti di due poveri chihuahua, raccontato qualche giorno fa, la distrazione dei padroni è sempre la causa di tutti questi inconvenienti. Stavolta non è morto nessuno ed il grosso cane sta bene, ha solo vissuto alcune ore drammatiche. Perciò è importante che i proprietari di cani stiano molto attenti ad ogni piccolo particolare, altrimenti i loro amici animali potrebbero cacciarsi in vari guai, talvolta anche molto grossi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!