Iscriviti

Andria, auto investe un cane randagio: la rabbia di una residente

Un'auto a grande velocità ha ucciso un cane che vagava sulle strade della cittadina pugliese capoluogo di provincia, provocando l'indignazione di una residente che ha postato su Internet le foto del povero cane morto.

Natura e Animali
Pubblicato il 15 maggio 2017, alle ore 17:34

Mi piace
18
0
Andria, auto investe un cane randagio: la rabbia di una residente

Una residente del nucleo abitato di Andria, che fa provincia con Barletta e Trani, ha voluto postare su Internet delle foto eloquenti del cadavere di un cane che ha subito una morte ingiusta e soprattutto senza un colpevole, visto che la bestiola è stata uccisa perchè investita da un’automobile in fuga che difficilmente verrà rintracciata.

Il fatto ha sconvolto i cittadini e gli abitanti di quella zona di Andria, che erano molto affezionati a quel cane randagio che in tanti accarezzavano durante le loro passeggiate, in quanto il caro animale era molto affettuoso e si lasciava andare a comportamenti molto teneri nei confronti di tutti coloro si avvicinassero; proprio per questo la rabbia dei cittadini è molta e vedere il cane morto e riverso a terra con gli occhi sbarrati pieni di paura, con il corpo coperto da mosche ed insetti, lascia tutti di stucco e con una giusta dose di rabbia verso il pirata della strada che ha ucciso sul colpo il cane randagio.

La stessa cittadina, che ha postato le foto sul Web, pare essere riuscita a recuperare dati salienti sull’automobile incriminata dell’uccisione del cane randagio e questo starebbe portando gli investigatori a sviluppi interessanti sulla vicenda, considerando il fatto che anche l’uccisione di animale commessa per un fatto avvenuto nell’ambito delle leggi del codice della strada può costituire reato ed il cittadino che eventualmente verrà dichiarato colpevole rischia fino a 1.500 euro di multa.

La signora di Andria si rifiuta di vivere in una città che lei ritiene totalmente insensibile all’accaduto, almeno per quanto si legge sul post che accompagna le foto del cane randagio morto.

Secondo la signora, l’auto sfrecciava a 150 km orari in pieno paese ed il povero cane non ha potuto fare nulla per evitare il terribile impatto e tale donna chiede alle autorità comunali di risolvere il problema del randagismo sul territorio andriese.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Il randagismo è una piaga che colpisce molti comuni in tutta Italia da Nord a Sud, specialmente in tutte quelle città in cui le amministrazioni comunali non mettono in atto delle misure in grado di contrastare questo degradante fenomeno. I comuni virtuosi nella lotta al randagismo garantiscono una vita degna alle bestiole che possono essere successivamente adottate da parte di privati interessati a portare a casa con sé degli animali da compagnia in grado di rendere la vita dei proprietari più allegra e felice rispetto alla solita routine.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!