Iscriviti

Allarme cimici asiatiche nel Nord Italia: ecco come difendersi

Il Nord Italia è stato preso d'assalto dalla cimice asiatica, un particolare insetto che si riproduce almeno due volte l'anno e che sta devastando frutteti e coltivazioni di mais e soia presenti sul territorio.

Natura e Animali
Pubblicato il 20 ottobre 2016, alle ore 10:46

Mi piace
6
0
Allarme cimici asiatiche nel Nord Italia: ecco come difendersi

Se fino a qualche settimana fa combattevamo – complice il gran caldo dei mesi estivi – contro zanzare e zecche, oggi è stato lanciato un nuovo allarme: la cimice asiatica. Un insetto che è presente nel territorio italiano ormai da anni, ma che si è riprodotto con grande celerità, provocando una vera e propria invasione soprattutto nel Nord-Est dell’Italia.

Sui media e sui social network si possono trovare facilmente le immagini scioccanti che ritraggono l’assalto di sciami di cimici asiatiche su finestre, alberi ma anche muri di contenimento che si trovano in località assediate da questi particolari insetti. Cimici pericolose anche perchè i loro spostamenti avvengono per via aerea, dunque è molto facile per loro approfittare magari di una finestra aperta ed introdursi quindi nelle abitazioni, che nel giro di poco tempo saranno letteralmente infestate.

Le cimici asiatiche sono molto più grandi, brutte e resistenti rispetto quelle di origine europea. Ma se da un lato c’è chi – agricoltori per primi – le vorrebbe sterminare in massa, dall’altra c’è chi le considera altamente indispensabili per l’equilibrio dell’eco sistema.

E allora cosa fare per difendersi dalla loro spesso indesiderata presenza? A chi abita nelle zone maggiormente colpite dall’insetto è consigliato adottare delle zanzariere alle finestre delle abitazioni, non rinunciando quindi alla possibilità di beneficiare degli effetti positivi dell’aria fresca.

Gli esperti consigliano anche di fare molta attenzione quando si rientrano i panni stesi, poichè le cimici asiatiche amano annidarsi tra le pieghe degli indumenti. A questi piccoli accorgimenti se ne possono aggiungere altri come ad esempio il posizionamento di bulbi di aglio sparsi nei vasi esposti in balcone o dentro casa.

Avranno adottato sicuramente dei metodi più incisivi, pesanti e drastici i tanti agricoltori del nord Italia, che hanno visto completamente devastati i propri frutteti – così come coltivazione di soia e mais – nel corso di questi ultimi mesi. Cosa che ha danneggiato notevolmente l’economia di quei territori, come ha anche sottolineato la Coldiretti in un recente comunicato.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tiziana Terranova

Tiziana Terranova - Non bastavano i problemi economici che già affliggono il nostro Paese, ad aumentare angosce e preoccupazioni adesso c'è anche la cimice asiatiche, che però ormai di asiatico ha ben poco visto e considerato che è presente sul nostro territorio già da diversi anni. Una vera e propria invasione, che dalle immagini pubblicate dai media e dai social network sembra degna di un film dell'orrore. Un incubo per le famiglie e per i bambini, che non saranno più tranquilli nel fare neanche una passeggiata tranquilla al parco o tra i boschi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!