Iscriviti

Rivelazione choc di Paul McCartney: “Con i Beatles ci divertivamo con masturbazioni di gruppo”

Nella sua intervista a GQ, Paul McCartney racconta ogni minimo dettaglio sugli episodi più scabrosi avvenuti durante i tempi d’oro dei Beatles. Tra i momenti più bizzarri non mancavano le sessioni di autoerotismo.

Musica
Pubblicato il 13 settembre 2018, alle ore 12:44

Mi piace
10
0
Rivelazione choc di Paul McCartney: “Con i Beatles ci divertivamo con masturbazioni di gruppo”

Dopo cinque anni di assenza, Paul McCartney torna a pubblicare un album di inediti intitolato “Egypt Station“. Nell’occasione ha concesso un’intervista al magazine GQ, dove oltre a rendere noti i suoi progetti per la realizzazione di cucce gonfiabili per cani con Keith Richards, ha anche raccontato diversi episodi relativi al suo passato nei Beatles.

Tra i vari peccati di gioventù commessi durante il periodo d’oro dei Fab Four, il cantante non ha nascosto l’esistenza di bizzarre sessioni di autoerotismo. “Ci incoraggiavamo a vicenda pronunciando nomi di sex symbol, come Brigitte Bardot… poi una volta John ha fatto il nome di Winston Churchill ed è passata la fantasia a tutti”.

A prendere parte a queste pratiche di masturbazione collettiva era lo stesso McCartney con John Lennon e tre suoi amici non meglio identificati. A ripensarci oggi, Paul le ha definite degli innocui divertimenti “che non facevano male a nessuno, nemmeno a Brigitte Bardot”.

Tutto avrebbe avuto inizio a casa di John Lennon, dove invece di divertirsi con la classica festa in cui si ride, si scherza e ci si ubriaca, a luci spente qualcuno pensò bene di dare inizio a quella pratica. A quel punto, uno dietro l’altro incominciarono a fare altrettanto.

Nel suo salto nel passato non mancano di certo i ricordi degli episodi accaduti in tour con i Beatles. Il gruppo di Liverpool avrebbe preso parte a quelle che ha definito incontri sessuali di tipo celestiale. “Una volta eravamo a Las Vegas e l’organizzatore del tour ci ha chiesto se volessimo una prostituta. Tutti hanno risposto di sì, io ne ho richieste due. E le ho avute, ed è stata un’esperienza meravigliosa. Ma è la cosa più vicina ad un’orgia che io abbia mai avuto…”.

Ma non sarebbe l’unica volta in cui ha provato una sensazione di questo genere: il baronetto ha anche ammesso di aver visto Dio durante uno dei suoi ultimi viaggi sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.  

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - I Beatles sono diventati una leggenda non solo per la musica, ma anche per quello che facevano ogni volta che erano in tournèe. Centinaia di ragazzine cercavano di intrufolarsi nei treni o negli alberghi in cui soggiornavano e per loro non era sempre facile trattenere gli impulsi delle loro fans. Ma, dai racconti di Paul, si evince che anche loro stessi non erano in grado di trattenere determinati impulsi.

Lascia un tuo commento
Commenti
Luigi Dambrosio
Luigi Dambrosio

13 settembre 2018 - 18:41:27

fate schifo maleducati , vi meritereste di essere bannati

0
Rispondi