Iscriviti

Nuova rivelazione di Priscilla Presley: “Elvis si è suicidato”

Elvis Presley era già da tempo intenzionato ad uccidersi. A sostenerlo è l’ex moglie Priscilla che ha rilasciato tale dichiarazione in occasione di un nuovo documentario incentrato sulla figura del Re del Rock and Roll.

Musica
Pubblicato il 11 aprile 2018, alle ore 16:32

Mi piace
25
0
Nuova rivelazione di Priscilla Presley: “Elvis si è suicidato”

Sulla morte di Elvis Presley, da oltre 40 anni si susseguono versioni tra di loro molto differenti e contrastanti. Le cause che determinarono il decesso non furono mai chiarite, aumentando così l’alone di mistero e facendo di Elvis una figura leggendaria, adorata da milioni di fan sparsi per tutto il mondo.

Ufficialmente il Re del Rock and Roll morì il 16 agosto del 1977 per un attacco di cuore legato all’abuso di droga. Ed è proprio la droga la causa additata dall’ex moglie Priscilla. Le sue ultime rivelazioni riportate nel documentario della Hbo intitolato “Elvis Presley: The Searcher” smentiscono molte delle più fantasiose e bizzarre ricostruzioni sul decesso formulate in questi decenni.

All’interno del documentario si ripercorrono con minuzia tutte le dipendenze del cantante morto all’età di 42 anni. Si può tra le altre cose apprendere come l’ex moglie abbia più volte cercato di farlo smettere con l’uso delle droghe, “Ma non potevi dire a Elvis cosa fare”. Anche le persone a lui vicine si adoperarono per convincerlo, ma non ci fu modo di farlo ragionare. “Ci provavano ma non c’era modo di riuscirci“.

Con questa affermazione, la 72enne ex moglie dell’artista di fatto smentisce anche tutti coloro che sostenevano che nessuno avesse fatto niente per salvarlo. Sempre secondo la ex compagna di “The Pelvis”, la dipendenza da stupefacenti nacque nel breve periodo trascorso nell’esercito degli Stati Uniti. Inviato in Germania, a molti soldati veniva somministrata della droga al fine rimanere svegli durante le manovre militari.

Quella dipendenza non fu ma sradicata, anzi, con il tempo non fece altro che aggravarsi. A complicare il tutto bisogna poi aggiungere la depressione. Lo scorso mese di dicembre sono stati scoperti degli appunti in cui Elvis lasciava trapelare tutto il suo sconforto per la fine della relazione con Priscilla. Oltre ad essere stufo della sua vita e ad aver necessità di un “lungo riposo”, il cantante ed attore affermava di non essere in grado di riprendersi dalla perdita di Priscilla, “il più grande errore della mia vita”. Da qui l’ex moglie conclude che “Elvis sapeva cosa stava facendo”. Rick Stanley, il fratellastro della star della musica, è giunto alla conclusione che queste nuove rivelazioni sono una chiara indicazione che l’idea del suicidio doveva aleggiare nella sua mente da diverso tempo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Su Elvis Presley e sulle circostanze della sua morte si sono scritti fiumi di articoli e giornali. Delle teorie più strampalate e fantasiose, sembra proprio che quella più aderente alla realtà sia anche quella più semplice. Se si è trattata di banale dipendenza dalla droga, allora sarà dura da accettare da parte di tutti i suoi fan più sfegatati che lo credono ancora in vita.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

11 aprile 2018 - 19:39:28

Come, forse, la O'Riordan.

0
Rispondi