Iscriviti

Donatella Versace dice addio alle pellicce: "Non voglio uccidere animali per fare moda"

Una decisione che segna una svolta molto importante della casa di moda di Donatella Versace. La stilista ha fatto sapere che non venderà più pellicce.

Moda
Pubblicato il 17 marzo 2018, alle ore 14:52

Mi piace
5
0
Donatella Versace dice addio alle pellicce: "Non voglio uccidere animali per fare moda"

Da sempre è stato oggetto di discussione l’uso di pellicce animali nel mondo della moda. Da quando sono stati rivelati i metodi barbari e crudeli con cui vengono prodotti questi capi di abbigliamento, molti animalisti, ma non solo, si sono schierati contro questo capo di abbigliamento che, soprattutto negli anni 70 e 80 era molti in voga.

Ultimamente, proprio per ovviare a queste critiche e per salvare gli animali da sevizie e torture, si è passati alla produzione di pellicce sintetiche, ma purtroppo, non tutti hanno rinunciato all’avere nel proprio armadio una pelliccia di vero pelo animale. Famose le proteste di Marina Ripa di Meana, sempre in prima linea per cercare di risvegliare le coscienze intorno a questo tema.

Ora, la casa di moda capitanata da Donatella Versace fa sapere che non verranno più prodotti capi di pelliccia animale: “Pelliccia? Ne sono fuori. Non voglio uccidere animali per fare moda“, questo è quello che ha annunciato la famosa stilista al megazine online dell’Economist “1843”. Una decisione epocale che bandirà questo capo dalle loro future collezioni di abbigliamento.

Il commento di PETA sulla decisione di Donatella Versace

Non si è fatto attendere il commento del direttore dei programmi internazionali di PETA – People for the Ethical Treatment of Animals –  Mimi Bekhechi, che, soddisfatto, commenta: “PETA Stati Uniti ha organizzato interruzioni di sfilata, proteste e una campagna blitz del 2006 in un’epoca quando il nome di Versace era sinonimo di pelliccia, perciò questa notizia è molto ben accolta. La realizzazione di Donatella che è sbagliato prendere a bastonate gli animali e ucciderli con scariche elettriche per la pelliccia è un punto critico per la campagna a favore della moda senza crudeltà“. Inotre si spinge più avanti auspicando che presto si arriverà alla decisione di non usare nemmeno le pelli: “PETA non vede l’ora di vedere prossimamente un divieto dell’uso delle pelli da parte di Versace”.

Versace non sarebbe, comunque, la prima casa di moda a optare per questa scelta: già Armani, Gucci, Calvin Klein, Hugo Boss, Ralph Lauren, Furla, Micheal Kors, Jimmy Choo e altri hanno preso questa decisione di recente.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - Credo che sia una decisione più che giusta e che si ci dovrebbe rendere conto di quanta sofferenza debbano patire i poveri animali per un vezzo di moda. Purtroppo finché ci saranno acquirenti pronti a portarsi a casa questo capo, la produzione difficilmente potrà fermarsi. Ma credo anche che la decisione sia stata presa anche a causa di un calo di vendite.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!