Iscriviti

Owwo X, ecco l’ultimo dei grandi cloni dell’iPhone X

Con l'arrivo dei nuovi melafonini, si avvia a conclusione il ciclo di vita, ed il momento di gloria, vissuto dai cloni del mitico iPhone X, ai quali - per tempo - si è aggiunto anche il misterioso Owwo X, con scheda tecnica arricchita di double cam e Face ID.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 9 settembre 2018, alle ore 19:41

Mi piace
4
0
Owwo X, ecco l’ultimo dei grandi cloni dell’iPhone X

Con l’evento Apple del 12 Settembre, si avvia praticamente alla fine il ciclo di vita dei più palesi cloni dell’iPhone X: tra questi, oltre al Doogee V ed all’Oukitel U18, sono presenti il Leagoo S9 e gli Ulefone T/X, l’Hotwav Symbol S3 ed il GooPhone X, ed il pur recente Owwo X, sul quale – però – non sono mai emerse del tutto le specifiche finali, nonostante la validazione – per tempo – da parte del TENAA (l’ente cinese per le telecomunicazioni).

L’estetica dell’Owwo X lascia poco spazio all’immaginazione: la tacca superiore è presente, pronta per ospitare una non meglio precisata selfiecamera che, con un “avanzato” sistema di Face Unlock basato sulla scansione di 128 espressioni facciali, ha il compito di sopperire alla mancanza dello scanner per le impronte digitali: sempre nel frontale, ma più in basso, fa bella mostra di sé un display da 5.7 pollici, con risoluzione FullHD+

Al suo interno, il processore è un chip a otto core (2.5 GHz) abbinato a 3 GB di RAM ed a 32 GB di storage: alcune fonti riportano anche la presenza di varianti downgraded (1+16 GB) e intermedie (2+64 GB). La batteria, attestata a 3.180 mAh, dovrebbe garantire una buona autonomia, abbinata alle funzionalità Doze del non più recente Android Nougat 7.0.

Ovviamente, in omaggio ai trend più attuali, sul retro, piuttosto pulito e scevro da elementi decorativi (se non le didascalie del modello, in basso), campeggia – in alto a sinistra – la doppia fotocamera, con un semaforo verticale atto a contenere (inframezzati da un Flash LED) un sensore da 16 megapixel in grado di ereditare il senso di profondità ed implementare i relativi effetti Bokeh grazie ad un secondo sensore, da 5 megapixel. 

Calibrato nelle colorazioni bianco, nero, e blu (non presente nell’originale Apple, del quale – però – è imitato anche lo sfondo), l’Owwo X (forse scelto come nome per confondersi con Oppo) è stato prezzato ad appena 197 euro (pari a circa 1499 yuan).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Eccezion fatta per alcuni brand che, come Leagoo o Doogee, stanno cercando anche di lavorare sulla sostanza delle innovazioni tecniche, il 2018 vissuto dai cloni dell'iPhone X si avvia a concludersi senza infamia e senza lode, non lasciando particolari tracce dietro di sé, ad accezione di un soffocante senso di déjà vu del quale - forse - si poteva anche fare a meno. Largo ai nuovi cloni, quelli degli iPhone 2018.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!