Iscriviti

Nubia Z18 Mini, Samsung Galaxy J7 Duo, Vivo Y71: la fascia media è sempre più ambita

Nelle ultime ore, la fascia media della telefonia mobile è stata letteralmente presa d'assalto con le nuove proposte di ZTE (la migliore), Samsung (quella intermedia), e Vivo (decisamente entry level), che soddisfano ogni esigenza e possibilità di spesa.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 12 aprile 2018, alle ore 10:09

Mi piace
5
0
Nubia Z18 Mini, Samsung Galaxy J7 Duo, Vivo Y71: la fascia media è sempre più ambita

Non sempre ci si può permettere un top di gamma pur di avere la qualità costruttiva, il design più recente, e le prestazioni computazionali di fascia alta. Per fortuna, da qualche tempo, le hardware house, sia emergenti che già consolidate stanno guardando anche a questa fascia di mercato, attenzionando coloro che, pur volendo contenere la spesa, non vogliono cedere ad eccessive rinunce: ecco, in tal senso, le nuove proposte Nubia Z18 Mini, Vivo Y71, e Galaxy J7.

Nubia Z18 Mini: con doppia postcamera e intelligenza artificiale

ZTE, già innovativa di suo visto lo smartphone a due schermi Axon M, e in attesa di lanciare un suo gaming phone ed un device con due notch, ha annunciato il Nubia Z18 Mini. Quest’ultimo, compreso tra due placche di vetro Gorilla Glass giunte tramite frame in alluminio, vanta un display da 5.7 pollici FullHD+ (aspect ratio 18:9) sormontato da una selfiecamera da 8 megapixel (f/2.0) dotata di grandangolo (80°) e riconoscimento facciale. Sul retro, sopra lo scanner per le impronte posto al centro, assistita dall’intelligenza artificiale NeoSmart per il riconoscimento di oggetti, scenari, e persone, alberga una doppia fotocamera da 25 (1.7, messa a fuoco ibrida con rilevamento di fase e di contrasto) + 5 megapixel, assistita da un Flash LED dual tone. Non manca il jack da 3.5 mm per le cuffie, implementato con il “TAS2555 smart Amplifier” per un sound più forte, e col “DTS Headphone: X” per un effetto surround pari a quello di 11 altoparlanti. 

Il processore del Nubia Z18 Mini è lo Snapdragon 660, a 8 core e con scheda grafica Adreno 512, associato a 6 GB di RAM con lo storage previsto a 64 e 128 GB. Le connettività che questa scelta comporta si esplicano nel Dual SIM, nel Wi-Fi ac dual band, nel Bluetooth 5.0, nel 4G/LTE, nel GPS (Glonass), e nella porta microUSB Type-C con cui ricaricare la batteria, da 3.450 mAh. Il sistema operativo è Android Oreo 8.1 sotto l’interfaccia NubiaUI. Previsto nelle colorazioni Black, Blue, Pink e White, e con pulsante fisico per richiamare l’assistente vocale, il Nubia Z18 Mini è prezzato a 230 euro per il modello con 64 GB di archiviazione, a 270 per quello col doppio di storage, ed a 289 euro per la variante Limited Provence Edition con l’esclusiva colorazione Purple.

Samsung Galaxy J7 Duo, uno strano mix tra passato e futuro

Un gradino sotto, ma sempre nel segmento middle-range, troviamo il Samsung Galaxy J7 Duo, animato da un proprietario octa core Exynos 7870 messo in tandem con una GPU ARM Mali-T830: la RAM arriva a 4 GB, lo storage (espandibile a 256) si attesta sui 32 GB. Il display, da 5.5 pollici, è solo HD (quindi a 16:9) ma, in compenso, è realizzato in SuperAMOLED: la selfiecamera (f/1.9) è da 8 megapixel, mentre la retrocamera (f/1.9) è doppia, da 13+5 megapixel. Le connettività di bordo prevedono il 4G/LTE, il Wi-Fi ac dual band (con supporto al VHT80), il Bluetooth 4.2, il GPS (A-GPS, Glonass, BDS), ed una microUSB 2.0 con cui ricaricare la batteria da 3.000 mAh: da annoverare – in ambito audio – il jack da 3.5 mm e la Radio FM mentre, per quel che concerne la sicurezza, il pulsante fisico frontale Home nasconde uno scanner per le impronte. Nelle colorazioni Black e Gold è prezzato, out of the box con Android Oreo 8.0, il Samsung Galaxy J7 Duo è venduto a pressappoco 210 euro.

Vivo Y71, di fascia media ma decisamente entry level

Chiude la rassegna, la nuova creazione entry level della BBK Electronics, il Vivo Y71, con display a 18:9, in questo caso un pannello da 5.99 pollici HD+, sormontato da una fotocamera anteriore da 5 megapixel con Face ID per l’autenticazione al device: sul retro, è posizionata solo una fotocamera singola da 13 megapixel, con Flash LED e video a 1080p@30fps. Coadiuvati da una robusta dotazione di connettività (Dual SIM, Wi-Fi n, Bluetooth 4.1, 4G/LTE, e GPS/Glonass/A-GPS), in grado di supportare anche la Radio FM di bordo (accessibile via jack da 3.5 mm), opera un comparto logico che ruota attorno all’octa core Snapdragon 450 messo a lavorare con 3 GB di RAM e 16 GB di storage (espandibile). La batteria del Vivo Y71 (colorazioni Black e Gold) è da 3.360 mAh, mentre il sistema operativo è Android Oreo 81: il prezzo, a partire dal mercato indiano, è di circa 136 euro.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Direi che, se l'intenzione è quella di procurarsi uno smartphone di fascia media, con le attuali proposte di Samsung, Vivo, e ZTE, non si rimarrà certo delusi: ciascuno dei modelli illustrati ha pregi e difetti, ma - nel complesso - permettono di accedere a performance davvero valide, ottenendo - in qualche caso - anche feature da fascia più alta. Peccato per il display del Samsung, comunque SuperAMOLED, e per le memorie del device Vivo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!