Iscriviti

Leagoo S10: uno Huawei P20 Pro accessibile, con scanner d’impronte in-display

Leagoo, con una lunga intervista del suo staff, ha annunciato le specifiche quasi definitive del suo primo top gamma, il Leagoo S10, ispirato allo Huawei P20 Pro, con scanner delle impronte sotto il display, e sblocco del device via scansione facciale.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 21 agosto 2018, alle ore 18:24

Mi piace
10
0
Leagoo S10: uno Huawei P20 Pro accessibile, con scanner d’impronte in-display

Una delle cose in cui i produttori cinesi hanno già superato i rivali blasonati è senz’altro il marketing. HMD Global, solo qualche giorno fa, faceva circolare delle foto scattate dal “telefono più atteso”, millantando l’arrivo del chimerico Nokia 9 e, invece, sul finire di Agosto, ha presentato il Nokia 6.1 Plus, versione Global del Nokia X6. Leagoo, altro brand cinese, dopo gli annunci di Aprile al Global Sources Consumer Electronics di Hong Kong, ha finalmente svelato le specifiche quasi complete del futuro top gamma Leagoo S10.

Riprendendo un adagio che era tipico anche della Xiaomi originaria, il nuovo Leagoo S10 si è ispirato ad un modello più celebre, lo Huawei P20 Pro, con un telaio in alluminio, dominato frontalmente (90.3% della superficie) da un display AMOLED da 6.21 pollici, con risoluzione FullHD+ (2248 x 1080 pixel), aspect ratio panoramico a 19:9, ottimo a leggersi sotto la luce del sole (10.000:1 di contrasto), sotto il quale si cela (come nel Vivo X20 Plus UD) uno scanner per le impronte digitali (più o meno al centro, in un’area evidenziata lato software). Le cornici, secondo un filmato introduttivo della società, risulterebbero ottimizzate in modo da ottenere l’ingombro tipico di un modello da 5.5 pollici

Nell’ampio notch superiore, l’azienda ha collocato una selfiecamera di matrice Sony, con risoluzione da 13 megapixel e AI Face Access (sblocco via scansione del viso, tramite intelligenza artificiale): sul retro in vetro leggermente bombato nelle quattro direzioni principali (e con angoli arrotondati), al centro e in mezzo ad un Flash dual LED, è presente un semaforo verticale al cui interno albergano due sensori Sony, da 20+5 megapixel

Sotto il “cofano”, dopo il ballottaggio tra alcuni processori Qualcomm (Snapdragon 710 o 680) e MediaTek (Helio P60 o P70), la scelta è ricaduta su un modello a 12 nanometri, ovvero sul chipset Helio P60, un octa core abbinato ad una GPU Mali-G72MP3 ottimizzata con l’AI: le memorie saranno, tra RAM e storage di archiviazione, rispettivamente da 6 e 64 GB. La batteria del Leagoo S10, dotato di una splendida tonalità Twilight dai riflessi cangianti, ammonta a 4.050 mAh, e dispone sia della ricarica rapida (9V/2A, quindi a 18W), che di quella wireless (a 10W), secondo lo standard Qi, grazie alle quali riesce a coprire più di una giornata di operatività media. 

Secondo le altre informazioni emerse, il Leagoo S10 – attualmente su Indiegogo in attesa della relativa campagna di crowdfunding – dovrebbe essere listato a pressappoco 300 dollari (256 euro circa, al cambio attuale) ma, lasciando la propria mail nella landing page dedicata, chi effettuerà il preordine potrà conseguire uno sconto del 21% sul prezzo finale.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - La lunga intervista rilasciata dallo staff di Leagoo conferma che l'azienda sta procedendo lentamente col device dacché investe molto nella sua riuscita finale: abitualmente incentrata su device di fascia media e bassa, Leagoo vuole adoperare il suo S10 come grimaldello per entrare nella cassaforte dei top gamma ma, nel farlo, non intende farsi condizionare dagli alti costi abitualmente associati a tecnologie come lo scanner in-display, o quello del viso. La sfida sarà quella di rendere il dispositivo ben accessibile a quanti più utenti possibili.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!