Iscriviti

Ho-mobile: problemi con le portabilità da Vodafone, ma è tutto legale?

Stando a quanto emerso negli ultimi giorni, sembra che gli utenti provenienti da Vodafone stiano incorrendo in ritardi nel completamento della richiesta di portabilità del numero. Ma quanto sta accadendo è del tutto legale?

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 3 agosto 2018, alle ore 18:03

Mi piace
2
0
Ho-mobile: problemi con le portabilità da Vodafone, ma è tutto legale?

L’arrivo di Iliad come quarto operatore di telefonia ha cambiato notevolmente l’andamento del mercato. Tutti gli operatori telefonici, da quelli ‘fisici’ passando per quelli virtuali (i cosiddetti MVNO), hanno dovuto variare le proprie tariffe per tentare di trattenere i propri clienti e per fare concorrenza proprio al nuovo gestore. A questo scopo, Vodafone lanciò Ho-mobile, un nuovo operatore virtuale progettato per contrastare la nuova azienda di telecomunicazioni.

L’offerta di Ho-mobile, infatti, è molto simile a quella di Iliad e garantisce la stessa copertura offerta da Vodafone (l’operatore virtuale sfrutta la stessa infrastruttura di rete). Tuttavia, sembra che Ho-mobile non stia facendo concorrenza solo ad Iliad, ma anche a Vodafone stessa. Un buon numero di richieste di portabilità, infatti, provengono proprio dall’operatore rosso. Non è un caso che, sebbene non ci siano motivazioni ufficiali emerse recentemente, Ho-mobile abbia limitato a 500 le SIM che gli utenti possono richiedere ogni giorno dal sito ufficiale; ma ci sarebbe di più.

Sembra, infatti, che Vodafone stia avendo difficoltà a gestire le richieste di portabilità proprio verso Ho-mobile, al punto che l’utente deve attendere alcuni giorni aggiuntivi affinchè la procedura possa dirsi completata. Ma, da un punto di vista normativo, è legale che Vodafone faccia attendere l’utente oltre le canoniche 72 ore per completare la portabilità?

Osservando la legge, si evince che Vodafone stia agendo nel pieno rispetto delle leggi. Il testo recita, infatti, che gli operatori possano gestire un limite massimo di richieste di portabilità ogni giorno e, con ogni probabilità, per questo motivo si rende necessario attendere del tempo aggiuntivo. Lo stesso testo, inoltre, recita che se il numero delle portabilità giornaliere supera l’80% di quelle limite, l’operatore può alzare il numero minimo di portabilità da completare in un giorno, al fine di andare incontro al cliente.

Insomma, all’utente non resta altro che attendere il completamento della richiesta di portabilità e, nel caso in cui la stessa dovesse protrarsi per troppo tempo, si consiglia di contattare i call center dei due operatori al fine di sollecitare la richiesta stessa. Si ricorda, inoltre, che l’utente può ricevere un indennizzo a seconda dei giorni di ritardo che può variare da un minimo di 2,50 euro ad un massimo di 50 euro.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabio Attardo

Fabio Attardo - I problemi relativi al completamento delle portabilità appaiono alquanto insoliti. Non accade molto spesso che il numero delle portabilità da effettuare sia così elevato da costringere un operatore ad introdurre ritardi. Quello che è certo è che Ho-mobile stia rischiando di diventare un boomerang nei confronti di Vodafone, la quale starebbe attuando anche una campagna 'winback' proprio nei confronti degli utenti dell'operatore virtuale.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

03 agosto 2018 - 18:05:32

Che ridere: erano partiti con l'idea di far concorrenza a Iliad (come, invece, Kena-Tim riesce a fare) e son finiti con darsi la zappa sui piedi, tanto da dover fare ostracismo verso il loro stesso operatore mobile...

0
Rispondi