Iscriviti

Cubot Quest Life: lo sport smartphone rugged è ora più accessibile

Cubot, player cinese della telefonia mobile, ha ufficializzato il Cubot Quest Life, la versione downgraded del suo famoso "sport smartphone" annunciato lo scorso Ottobre: ecco con quali novità in fatto di scheda tecnica.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 14 dicembre 2018, alle ore 19:47

Mi piace
9
0
Cubot Quest Life: lo sport smartphone rugged è ora più accessibile

A un paio di mesi dall’annuncio del primo “sport smartphone al mondo“, il Cubot Quest, la cinese Cubot – come promesso al Global Sources Electronics Fair 2018 – ne ha presentato una variante meno potente, ma ugualmente corazzata e suggestiva nell’aspetto, rappresentata dal nuovo e robusto Cubot Quest Life.

Cubot Quest Life esibisce la stessa estetica accattivante del fratello maggiore, applicata ad un resistente telaio giostrato tra i contrasti del nero e del rosso, IP68 per resistere alle infiltrazioni di acqua e polveri. Il display è un pannello LCD IPS da 5 pollici, con risoluzione HD (720 x 1280 pixel) ed aspect ratio a 16:9.

La lunetta alta è funzionale ad accogliere la fotocamera anteriore, da 13 megapixel mentre, sul retro, un poligono centrale alto accoglie, all’interno di un semaforo orizzontale, la doppia fotocamera posteriore, da 16 + 2 (per l’effetto Bokeh) megapixel con, a destra, il relativo Flash LED per gli scatti con poca luce. Sempre sul retro, leggermente sotto la sezione che ospita la doppia fotocamera principale, è posto un quadratino leggermente incavato, sede dello scanner per l’acquisizione delle impronte digitali, qui usato per vigilare sull’accesso al device, ed alle relative applicazioni.

Il downgrade del Cubot Quest Life si esplica a livello computazionale. Stante la scheda grafica IMG PowerVR GE8320, le elaborazioni generali sono affidate a un processore octa-core (2 GHz) MediaTek, in veste di Helio P22: la RAM scende a 2 GB, e lo storage a 16 GB, conservando l’espandibilità via microSD

Confermata la sequenza di connettività, Wi-Fi, Bluetooth, 4G, Dual SIM, già palesate col modello dello scorso Ottobre, la batteria ricaricabile via microUSB si attesta sui 3.000 mAh: quanto basta per poter garantire, in tandem con il sistema operativo Android Pie 9.0, un’autonomia di circa una giornata di lavoro. Al momento, l’azienda non ha ancora comunicato i mercati in cui verrà proposto quest’elegante rugged phone, né il suo prezzo di commercializzazione finale. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Il Cubot Quest era già bello in versione fascia medio alta e, da quel che vedo, anche la versione depotenziata ha un bell'aspetto: consideriamo che si tratta di uno smartphone corazzato e che, in linea teorica, dovrebbe essere bitorzoluto all'inverosimile. Le specifiche hanno subito un taglio mica da poco sebbene, per un utilizzo non troppo intenso, dovrebbe conservare una certa fluidità: la differenza, in questo caso, la farà il prezzo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!