Iscriviti

BQ Aquaris C, Coolpad Mega 5A, e Ulefone S1: a ognuno il suo entry level

Di recente, la spagnola BQ e le cinesi Coolpad e Ulefone hanno inteso smentire i luoghi comuni sui telefoni entry level, presentando 3 pregevoli modelli, rispettivamente il BQ Aquaris C, il Coolpad Mega 5A, e l'Ulefone S1.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 23 agosto 2018, alle ore 17:22

Mi piace
11
0
BQ Aquaris C, Coolpad Mega 5A, e Ulefone S1: a ognuno il suo entry level

Normalmente, si è portati a pensare ai device economici come a smartphone poco interessanti in termini di specifiche e funzionalità, a volte anche piuttosto brutti a vedersi e, quindi, in sostanza relegati al ruolo di “muletti” o telefoni secondari. Le prorposte della spagnola BQ, e delle cinesi Coolpad ed Ulefone, però, sono concepite per smontare questi luoghi comuni, e proporsi dignitosamente come prima scelta per chi non voglia spendere molto senza rinunciare a troppo. 

Il BQ Aquaris C è, per memorie – 2 GB di RAM e 16 GB espandibili di storage – uno smartphone di fascia bassa, benché il processore a quattro core (1.4 GHz) Snapdragon 425 e la GPU Adreno 308 vi assicurino delle prestazioni dignitose, ben supportati dalla batteria da 3.000 mAh dotata di ricarica rapid (50% in mezzora) Quick Charge 3.0. Inserito in un design allungato (16:9), dietro un vetro 2.5D curvo ai bordi, è presente un display LCD IPS da 5.45 pollici, con risoluzione HD+, ottima luminosità (450 nits), implementato con il risveglio via double tap e per la funzione “ambient display” (simile all’always on): accanto al LED programmabile, la selfiecamera Hynix HI556 (f/2.0) da 5 megapixel consente anche la scansione del volto, senza rinunciare allo scanner per le impronte, posto sul retro in tandem con la monocamera principale, una Samsung S5K3L6 a 5 lenti (f/2.0, pixel grandi 1.12 micron), con messa a fuoco via rilevamento di fase, Flash LED, foto nei formati RAW e HDR, video a 1080p@30 fps (anche nelle modalità Time Lapse e Fast Motion).

Ottimo l’audio, grazie alla Radio FM, al jack da 3.5 mm, ed allo speaker con amplificatore, ed alquanto adeguato il comparto connettività, con il Dual SIM ibrido, il Wi-Fi ac dual band, il Bluetooth 4.2 (con aptX), il 4G, il GPS (Glonass), il modulo NFC, e la porta microUSB Type-C. Peso piuma con i suoi 150 grammi, e con le colorazioni Silver White e Navy Black , il BQ Aquaris C esce out of the box con Android 8.1 Oreo, al prezzo di 159.90 euro.

Più economico, con i suoi circa 90 euro di listino, ma nella sola colorazione oro, si presente il Coolpad Mega 5A, con un design simile al precedente device, a partire dal vetro 2.5D che copre il frontale. Qui, il display LCD IPS da 5.5 pollici, con risoluzione HD+ (allungato a 18:9), è meno luminoso (295 PPI), ed è sormontato da una selfiecamera che pure non supera i 5 megapixel di risoluzione: sul retro, lo scanner biometrico digitale fa compagnia ad una doppia fotocamera, in cui il sensore secondario da 0.3 megapixel conferisce profondità agli scatti dell’obiettivo da 8 megapixel. Ad animarne il funzionamento, per 6/7 ore grazie alla batteria da 2.500 mAh, è presente il quadcore (1.3 Ghz) Spreadtrum SC9850K e la scheda grafica Mali-820MP1: le memorie, tra RAM e storage espandibile, non oltrepassano la combo da 2+16 GB. Sempre in ottica multimediale, meritano una menzione i video a 1080p, il jack per le cuffie, e la Radio FM, ma il set di connettività è meno recente, col Dual SIM ibrido che si accompagna ad una microUSB 2.0, ad un Wi-Fi n, ad un Bluetooth 4.0 (A2DP), ed al GPS (A-GPS).

Decisamente sorprendente, a 9.99 dollari ma in quantità limitate su Aliexpress (solo i primi 10 ogni giorno), è l’Ulefone S1. Innanzitutto, si tratta di un terminale animato da Android Go (Oreo 8.1) vista la presenza di un processore MediaTek MTK6580 abbinato ad una GPU Mali 400-MP2, con 1 GB di RAM ed 8 GB espandibili di storage. Il display IPS da 5.5 pollici ha una risoluzione 960×480 pixel (in virtù dell’aspect ratio a 18:9). ma una bassa luminosità (195 PPI): in compenso, la selfiecamera da 5 megapixel ha il riconoscimento facciale, e la doppia fotocamera posta sul retro assieme allo scanner per le impronte ha sensori da 8 e 5 megapixel. Le specifiche finali del modello prevedono il jack per le cuffie, il Wi-Fi n, il Bluetooth 4.0 (A2DP), ma l’assenza del 4G: grazie ad una batteria da 3.000 mAh, ricaricabile via microUSB 2.0, l’autonomia arriva fino a 250 ore di stand-by, ed 11 ore di conversazione. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Devo dire che ognuna di queste proposte mi ha sorpreso in positivo: l'ultima, ad esempio, per Android Go, la batteria, e la scansione del volto, mentre il primo smartphone presentava una positiva attenzione alla fotocamera posteriore. Coraggiosa, poi, la scelta del centrale Coolpad di optare per una poco nota soluzione computazionale che, però, bene ottimizzata, regala comunque una discreta autonomia alla piccola batteria a bordo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!