Iscriviti

Le lettere e i libri di Proust sono stati messi all’asta

Una asta di Sotheby's apre nuove dinamiche e prospettive sulla vita, il lavoro dello scrittore della Recherche. Una asta che ci mostra anche un lato inedito di Proust, come le lettere scritte al suo primo grande amore.

Libri
Pubblicato il 25 maggio 2018, alle ore 09:35

Mi piace
8
0
Le lettere e i libri di Proust sono stati messi all’asta

Il 24 maggio, presso la casa d’aste Sotheby’s, è stata messa all’asta una collezione che comprende i libri, le opere, le bozze e le lettere di Marcel Proust, il celebre autore francese de “Alla ricerca del tempo perduto“. La collezione delle opere maggiori di Proust è ad opera di Marie-Claude Mante, la bisnipote dello scrittore e figlia della nipote di Proust, ovvero Suzy. Un’asta molto importante in quanto mette in luce le grandi opere dello scrittore francese dando loro un nuovo risalto e una nuova forma e comprende 70 lotti con manoscritti, libri con dediche e molto altro.

Offre una nuova luce sullo scrittore francese, comprese le sue opere, ma anche i suoi lavori di traduzione. Tra i lavori maggiormente importanti, vi sono le 138 lettere scritte da Gaston Gallimard allo stesso autore francese e che hanno un valore tra i 100 e i 150 mila Euro. Le lettere fanno capire il lavoro editoriale dietro la Recherche e sono anche utili per comprendere il lavoro della casa editrice francese.

Tra i lotti messi all’asta, vi è anche una bozza rarissima de “Alla parte di Swann”, il primo capitolo con cui si apre il capolavoro di Proust, ovvero la Recherche. E’ una delle ultime bozze dell’opera, mentre per quanto riguarda le altre bisogna recarsi presso la Biblioteca Nazionale di Francia dove sono custodite.

Un altro oggetto molto importante messo all’asta è il lavoro di traduzione dello scrittore per l’opera Sesame and Lilies di John Ruskin. Un lavoro non semplice per lo scrittore francese e sulla bozza spiega le difficoltà riscontrate nella traduzione e anche il rapporto complicato con l’autore. Per circa tre pagine, Proust sovverte i canoni della traduzione e deride Ruskin.

Altre bozze si riferiscono al suo capolavoro, ovvero la Recherche e riguardano refusi, parole cancellate, correzioni, tutti aggiustamenti in corso della sua opera più celebre e amata nel mondo. Oltre al suo lavoro, vi sono anche lettere relative alla sua vita privata e intima, come le lettere d’amore scritte al suo primo grande amore. I lotti sono in ordine cronologico e possono anche essere considerati come una vera e propria biografia dello scrittore francese.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Io amo tantissimo Proust e ho avuto il piacere di leggere la Recherche in lingua originale. Un capolavoro che non so spiegare e di cui non servono parole. I lotti messi all'asta sono un modo per conoscere ancora meglio l'autore francese e viverlo sotto un'altra ottica. Non so quanto darei per possedere ed entrare in contatto con alcuni suoi cimeli.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!