Iscriviti

Concorso Infanzia e Primaria: via alla domanda unica

I candidati possono presentare istanza di partecipazione, a pena di esclusione, in un'unica regione per una o più delle procedure concorsuali (infanzia, primaria, sostegno).

Scuola e Istruzione
Pubblicato il 12 novembre 2018, alle ore 23:52

Mi piace
7
1
Concorso Infanzia e Primaria: via alla domanda unica

Lo scorso venerdì 9 novembre è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, serie speciale concorsi ed esami, il bando di Concorso Straordinario Infanzia e Primaria, finalizzato al reclutamento a tempo indeterminato di docenti nella scuola dell’infanzia e primaria, sia su posti comuni che di sostegno. Oggi, 12 novembre è iniziata la fase di presentazione delle domande per l’ammissione al concorso.

La sezione dedicata, “Concorso straordinario personale docente infanzia e primaria su posto comune e di sostegno”, su Istanze online, finalizzata alla presentazione delle domande, è attiva e funzionante. Le domande potranno essere presentate sino alle ore 23:59 del 12 dicembre. I candidati potranno presentare l’istanza a pena di esclusione, in un’unica regione, per una o più delle procedure concorsuali per le quali posseggano i requisiti di cui all’articolo 3 del bando di concorso.

E’ utile precisare che il processo di compilazione della domanda da parte del candidato verrà tracciato tramite il salvataggio di ogni sezione e dovrà essere finalizzato dal candidato stesso con l’inoltro del modulo compilato. Al momento dell’inoltro, il sistema crea un documento in formato pdf, che viene inserito nella sezione “Archivio“e, inoltre, sarà anche inviato all’indirizzo di posta elettronica noto del candidato, ad eccezione di quella certificata.

Va precisato che, a seguito dell’inoltro della domanda, i dati presenti nel pdf potranno essere modificati mediante apposita funzionalità solo previo annullamento dell’inoltro. Ad ogni modo, a supporto del candidato, è disponibile la guida operativa, oltre alle note relative alla compilazione presenti, ove necessario, nelle diverse sezioni.

Infine ricordiamo che è prevista una prova orale di natura didattico-metodologica della durata di 30 minuti, finalizzata a valutare, tra le altre cose, anche la conoscenza della lingua straniera. La prova orale non ha carattere selettivo, pertanto per i candidati che avranno accesso al concorso non sono previste bocciature. Il punteggio massimo attribuibile alla prova orale sarà di 30 punti, altri 20 punti saranno attribuiti in base ai titoli posseduti e massimo 50 punti in base agli anni di servizio svolti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Perna

Caterina Perna - Personalmente ritengo il concorso straordinario una giusta soluzione al problema dei diplomati magistrali. Il fatto poi di sostenere soltanto la prova orale darà molti vantaggi ai candidati. Oggi inizia la fase di presentazione delle domande di ammissione su Istanze online, un grosso in bocca al lupo alle migliaia di partecipanti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!