Iscriviti

Concorso Dirigenti Scolastici: prova scritta probabilmente a metà ottobre

I candidati saranno avvertiti con almeno 15 giorni di anticipo e presumibilmente la prova scritta non avrà luogo prima della metà di ottobre. La prova scritta prevede un totale di sette quesiti.

Scuola e Istruzione
Pubblicato il 7 settembre 2018, alle ore 15:47

Mi piace
10
0
Concorso Dirigenti Scolastici: prova scritta probabilmente a metà ottobre

Grande è l’attesa da parte degli 8.736 candidati (gli 8.700 previsti da bando, più 36 candidati che hanno raggiunto voti a pari merito con un punteggio di 71,7) che attendono la prova scritta del Concorso Dirigenti Scolastici. Ieri, 6 settembre 2018, si è tenuto un incontro al Miur per affrontare diverse tematiche, tra cui la data della prova scritta del Concorso Dirigenti Scolastici. 

Al momento non c’è nessuna data certa, sebbene si stima che possa cadere nella terza settimana del mese di ottobre 2018. Il Miur fa sapere che a breve sarà comunicata la data esatta della prova scritta del concorso e che la comunicazione della data avverrà con almeno 15 giorni di anticipo rispetto alla prova.

Le prove: scritta e orale

La prova scritta si svolgerà al computer per la durata di 150 minuti e sarà identica per tutti i candidati su base nazionale; si svolgerà nelle sedi individuate dagli USR (rese note almeno 15 giorni prima della prova). I quesiti della prova scritta faranno riferimento a 5 domande a risposta aperta su differenti tematiche che spaziano dalla gestione del personale scolastico, alle normative, passando per i sistemi educativi europei ecc. Ci saranno inoltre due quesiti a risposta chiusa in lingua straniera; ogni quesito è strutturato in cinque sottoquesiti.

I candidati che raggiungeranno almeno 70 punti saranno ammessi alla prova orale del concorso. La prova orale mirerà ad accertare sia le conoscenze informatiche sia le conoscenze linguistiche; inoltre per tale prova è prevista anche la risoluzione di un caso pratico. I candidati che supereranno la prova orale nell’ordine di 2900 candidati (il 20% in più rispetto ai posti banditi) saranno ammessi, sulla base di una graduatoria che tiene conto anche dei titoli, al corso di formazione e tirocinio

Il corso di formazione dirigenziale e di tirocinio selettivo

Il corso di formazione e tirocinio avrà una durata complessiva di 6 mesi, ossia due mesi di formazione dirigenziale in aula presso le università e quattro mesi di tirocinio a scuola, integrati da sessioni di formazione anche a distanza (il Ministro Bussetti per tale fase ha proposto uno snellimento, ovvero di far fare la formazione in servizio). La procedura concorsuale si dovrebbe concludere con una prova scritta e un colloquio orale sul corso-tirocinio. I vincitori del concorso collocati in una posizione utile nelle graduatoria di merito, dovrebbero essere assunti il prossimo anno scolastico 2019/2020.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Perna

Caterina Perna - Personalmente ritengo che le prove del concorso per dirigenti scolastici mirano a selezionare i migliori dirigenti, con un elevato mix di competenze, per affrontare nel migliore dei modi il ruolo che andranno a ricoprire. Inoltre, ritengo molto importante anche il corso tirocinio della durata complessiva di 6 mesi, per dare una risposta alle differenti problematiche direttamente sul campo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!