Iscriviti

Toshiba Portégé Z30-E, nuovo portatile professionale con grande autonomia, portabilità, potenza, e sicurezza

Il colosso dell'informatica giapponese Toshiba ha annunciato il nuovo portatile professionale Portégé Z30-E, con estetica premium, design slim, ampia autonomia, molta potenza: il tutto custodito da una notevole resistenza e sicurezza.

Hi-Tech
Pubblicato il 2 maggio 2018, alle ore 18:15

Mi piace
9
0
Toshiba Portégé Z30-E, nuovo portatile professionale con grande autonomia, portabilità, potenza, e sicurezza

Toshiba, nelle scorse ore, ha annunciato un nuovo portatile professionale della serie Portégé nell’ambito della E-Generation, presentata sul finire dello scorso Gennaio come connubio di potenza, sicurezza, e leggerezza che, appunto, vanno ad essere le caratteristiche peculiari del neo-arrivato Toshiba Portégé Z30-E.

Toshiba Portégé Z30-E ha un leggero (1.2 kg) telaio in magnesio, capace di superare anche i più severi stress test H.A.L.T (ovvero Highly Accelerated Life Test): nonostante il suo design slim, riesce a montare – all’esterno – una corposa serie di porte full size (una Gigabit Ethernet Lan per la connessione internet cablata, una HDMI, e ben 3 USB 3.0) e – all’interno – una batteria che, secondo la configurazione scelta o il particolare scenario d’impiego, è capace di garantire da 12 a (massimo) 18 ore d’autonomia

La compattezza del nuovo Toshiba Portégé Z30-E ha spinto i costruttori verso l’adozione di un display da 13.3 pollici, comunque HD o FullHD, con trattamento anti-riflesso e retro-illuminazione a LED. La sicurezza di bordo, implementabile ulteriormente con l’adozione di un SecurePad (sensore per le impronte nel touchpad) e di un lettore di Smartcard opzionale, di base vanta la tecnologia Trusted Platform Module, TPM, per la crittografia dei dati, ed il supporto al servizio Intel noto come Active Management Technology (AMT), idoneo per prevenire in tempo reale eventuali malfunzionamenti e supportare, anche da remoto, l’aggiornamento di ampie flotte di terminali da ufficio. 

Centro nevralgico del nuovo Toshiba Portégé Z30-E sono i processori Intel di ottava generazione, scelti con un ampio assortimento, ed affiancati a memorie RAM DDR4 con frequenza a 2.400 MHz: anche gli storage, già di per sé SSD, sono ad elevate prestazioni, per prevenire eventuali colli di bottiglia nell’accesso ai dati.

Toshiba Portégé Z30-E sbarcherà in Europa, con i primi lotti previsti per il secondo trimestre del 2018, a prezzi ancora ignoti ma commisurati alla variante hardware prescelta. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Il design dei portatili Portégé di Toshiba, sempre più, si affina e prosegue nella difficile missione di rendere eleganti anche i portatili professionali, notoriamente sobri e spartani nell'estetica: l'aspetto dello Z30-E è decisamente slim, nonostante la batteria e le porte full size presenti, e si avvale del magnesio sia per ottenere resistenza e leggerezza che, appunto, per esibire una certa raffinatezza d'aspetto. Sarà interessante conoscere nel dettaglio quali configurazioni giungeranno in Italia, ed attraverso quali canali verranno distribuite.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!