Iscriviti

Pesci d’Aprile hi-tech: ecco i più divertenti del 2019

Oggi, primo Aprile, le grandi realtà hi-tech si sono ben guardate dal fare qualche annuncio di gran peso, ben consce che l'intero settore è preso dal varo di improbabili quanto divertenti "Pesci d'Aprile": ecco i più belli dal mondo dell'innovazione.

Hi-Tech
Pubblicato il 1 aprile 2019, alle ore 17:23

Mi piace
17
0
Pesci d’Aprile hi-tech: ecco i più divertenti del 2019

Come ogni anno, in occasione del 1° Aprile diverse realtà tecnologiche si sono letteralmente scatenate a suon di “Pesci d’Aprile” più o meno improbabili, rivelando un estro a volte insospettato, ma quasi sempre molto divertente, a cominciare dagli scherzi messi in atto da Google. 

Il colosso di Mountain View, infatti, ha attivato – su Google Maps – una versione particolare del gioco Snake, ad 8 bit, in cui l’utente dovrà muovere – con dei tasti virtuali – una metropolitana (in alternativa a un bus o un treno), in modo da prendere a bordo le persone incontrate sulla mappa di una grande città (San Paolo, Il Cairo, Sydney, San Francisco, Londra, Tokyo) senza toccare mai i bordi della stessa, pena il conseguente game over del gioco con riavvio dello stesso. Questo particolare “easter egg” può essere giocato sia su smartphone in Google Maps per Android/iOS, grazie ad un’opzione temporanea nascosta nel menu dell’app, che su desktop, mediante un’apposita pagina web (snake.googlemaps.com). 

Files, il file manager mobile di Google con funzioni di rimozione dei file superfllui, oggi si è rivelato essere in grado anche di pulire il display dello smartphone da eventuali residui di sporco: il tutto, secondo gli spiritosi programmatori della grande G, avverrebbe – identificati gli accumuli molesti – con una serie di microvibrazioni a schermo. 

Direttamente dalla divisione olandese di Google, poi, arriva Google Tulip, una funzione che permette all’utente di dialogare col proprio tulipano preferito, attraverso una funzione di codifica-decodifica del linguaggio dei fiori rilasciata via update in Google Assistant. 

Nulla in confronto alla divisione nipponica di Google, realizzatrice di una funzione per la tastiera virtuale Gboard, che permette di digitare le lettere giuste a seconda dell’angolo di piegatura di un “cucchiaio smart” (in stile Uri Geller). 

Anche BBK Electronics ha sfruttato gli scherzi del 1° Aprile per farsi un po’ di pubblicità. Memore della collaborazione messa in piedi con McLaren per il suo OnePlus 6T, ed orgogliosa del proprio sistema di ricarica ultrarapida, il produttore cinese ha annunciato la Warp Car, un’auto hi-tech elettrica con ricarica istantanea, telaio 3D stampabile a casa, e guida via smartphone. 

Dalla danese Jabra, specialista nel settore audio, arrivano invece le Jabra Earbud(dy), delle cuffie che permettono di condividere la musica preferita potendosi adattare a due teste, con tanto di sussidio di due assistenti virtuali separati. Chi ama il gaming, certo non si porrà domande sulla credibilità di Nvidia, realizzatrice anche di apprezzate schede grafiche: l’azienda in questione, giusto oggi, ha annunciato “R.O.N.”, un assistente olografico da gaming, capace di aggiornare sulle ultime novità del settore, di suggerire qualche trucco nel corso delle partite, e di far fuori i detestabili troll (feature “TrollDestroyer“).

Sempre dal mondo dei videogiochi arriva l’app RAZER Ping, dell’omonima azienda, che evita le perdite di tempo dettate dalle lunghe spiegazioni, permettendo di concentrarsi sulle amate partite online: usarla è facile, dacché basta puntare un’oggetto per immortalarlo, contestualizzarlo (es. come con Google Lens), ed inviarlo agli amici. 

Gli amanti degli animali e dei cani in particolare apprezzeranno infine – senza tema di smentita – la particolare funzionalità integrata da Roku nei suoi dongle multimediali che, grazie alle funzioni Sub-WOOFer e Bark Assistant, risulteranno accessibili (via pulsanti a forma di zampa) anche ai propri cani e gatti domestici. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Molti degli scherzi recensiti in sede di articolo mi hanno strappato più di un sorriso: in particolare, ho apprezzato il dirty cleaner di Google ma, più ancora, quanto fatto da Roku, con i telecomandi per cani e gatti. OnePlus, che già s'era portata avanti nei giorni scorsi, prospettando una OnePlus car, ha svelato il tutto applicando il suo insuperabile sistema di ricarica ad un'intera auto ecologica!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!