Iscriviti

Honor MagicBook Touch, l’anti MacBook low cost si sdoppia ed introduce sia il touch che il pennino

Honor, oltre ad aver presentato il suo primo gaming phablet, ha anche rinnovato la sua gamma di portatili che, con il nuovo MagicBook Touch, introduce il multitocco, il supporto al pennino, ed amplia la scelta dei processori alla famiglia AMD.

Hi-Tech
Pubblicato il 1 agosto 2018, alle ore 20:25

Mi piace
12
0
Honor MagicBook Touch, l’anti MacBook low cost si sdoppia ed introduce sia il touch che il pennino

Nello stesso evento in cui è stato presentato, urbi et orbi, il promettente gaming phablet Honor Note 10, la sussidiaria low cost del brand Huawei ha mostrato anche la nuova evoluzione del già funzionale notebook Honor MagicBook visto ad Aprile che, nell’evoluzione attuale guadagna sia il touch che la stilo capacitiva ed una maggior varietà computazionale

Le dimensioni del laptop Honor MagicBook Touch, allestito nelle “spaziali” colorazioni Glacier Silver, Nebula Purple, Starry Sky, restano sempre compatte (32.3 x 22.1 x 1.58 mm) anche se il peso supera di almeno mezzo chilo (1.47 kg) quello di un leggero ultrabook, guadagnando – però – il supporto al multitocco (sino a 10 dita in simultanea) ed all’uso della Active Pen per il display IPS: nello specifico, sotto l’esile cornice che ospita una webcam HD da 1 megapixel, si trova un pannello da 14 pollici con risoluzione FullHD, ben definito sotto il profilo dell’immagine (45% sulla scala colore NTSC, e 157 PPI) ed ottimamente leggibile all’aperto sotto la luce del sole (250 nits di luminosità, 800:1 di contrasto). 

All’interno, l’Honor MagicBook Touch presenta la seconda importante novità che ne ha reso necessario l’annuncio: l’arrivo di AMD. La versione base del laptop prevede ancora un processore Intel, il Core i5-8250U (da 1.6 a 3.4 GHz) abbinato ad una GPU Nvidia GeForce MX150 (con 2 GB di memoria dedicata GDRR5) ma, accanto a tale allestimento, arriva quello di AMD, comprendente un processore Ryzen 2500U (da 2 a 3.6 GHz) con annessa scheda grafica dedicata Radeon Vega Pro 8. La RAM (LPDDR3-2133), al di là di tale amletico dubbio, è da 8 GB, mentre lo storage, velocissimo in quanto SSD PCIe, è più che adeguato col suo ammontare da 256 GB: Windows 10, che in questi giorni compie 3 anni, avrà di che stoccare i majors update semestrali della qui prevista Home Edition per un bel po’ di tempo. 

La scheda tecnica dell’Honor MagicBook Touch non si esaurisce certo qui. La sicurezza del portatile è affidata ad uno scanner biometrico per le impronte digitali, mentre la connettività annovera il Wi-Fi ac con antenne MIMO 2×2, il Bluetooth 4.1 ed una discreta dotazione di porte laterali: oltre a quella HDMI per connettere un display esterno, vi sono 3 USB di cui una 2.0, una 3.0, ed una Type-C. L’audio, poi, si avvale sia del jack da 3.5 mm per le cuffie, che di 4 altoparlanti ottimizzati Dolby Atmos, mentre l’autonomia – stimata in 12 ore di navigazione internet o di riproduzione video – può appoggiarsi ad una batteria da 57.4 Wh ricaricata tramite l’alimentatore da 65W. 

Per i prezzi, l’Honor MagicBook Touch è listato a circa 720 euro (5699 yuan) per il modello con processore Intel Core i5, e indicativamente 576 euro (4599 yuan) per l’allestimento animato – lato hardware – dal processore AMD. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Honor si è letteralmente scatenata in questi giorni: già con il suo Note 10 adatto al gaming ed alla produttività, grazie alla neo arrivata funzione di overclocking "CPU Turbo", ha sorpreso un po' tutti gli addetti ai lavori ma, con il qui presente laptop MagicBook Touch, l'appetito degli appassionati di tecnologia è stato decisamente solleticato. C'è solo da sperare che non sia troppo difficile importare anche questo nuovo gioiellino di Honor.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!