Iscriviti

Hey+, arriva la smartband per il fitness, con NFC, e somiglianze con la Mi Band 3

Da qualche giorno, è possibile pre-ordinare un nuovo prodotto wearable, nato per il benessere di chi ama tenersi in forma, e realizzato in collaborazione con Xiaomi: ecco la smartband Hey+, una sorta di Mi Band 3 decisamente migliorata.

Hi-Tech
Pubblicato il 17 agosto 2018, alle ore 10:29

Mi piace
13
0
Hey+, arriva la smartband per il fitness, con NFC, e somiglianze con la Mi Band 3

Non è passato molto tempo da quando Xiaomi ha annunciato la sua smartband top, per rapporto qualità prezzo, ovvero la Mi Band 3. Eppure, la vulcanica azienda cinese, nota come la “Apple d’Oriente“, grazie all’ampia galassia delle sue aziende satelliti, potrebbe essere al centro anche di un nuovo progetto wearable, ancora più avanzato ed economico, la Hey+.

La Hey+, realizzata in Cycolac (ABS) da Ryeex Technology Co, partner in fatto di benessere hi-tech (il suo CEO, fino al 2017, si occupava dei prodotti MI iOT in qualità di responsabile ricerca e sviluppo), presenta un cinturino in silicone nero con, incastonato, un oblungo display AMOLED da 0.95 pollici, con risoluzione 120 x 240 pixel e pulsante di controllo in basso (per passare da una sezione all’altra, e confermare le proprie scelte con una pressione prolungata). 

La sua natura di fitness tracker si esplicita nella capacità, collegata allo smartphone via Bluetooth 4.2, di rilevare i passi fatti, le distanze coperte, le calorie bruciate, le fasi del sonno, i parametri di diverse attività (nuovo compreso, essendo impermeabile sino a 50 metri o 5 atmosfere) grazie al cardiofrequenzimetro posto sul dorso, a contatto col polso.

Ovviamente, si tratta di una fascia da polso di tipo smart, capace di ricevere – dal telefono cui viene associata – notifiche su chiamate e messaggi ricevuti (segnalate tramite illuminazione dello schermo e vibrazione), vari eventi di sistema (anche allarmi), le previsioni del meteo, e di eseguire il controllo remoto della fotocamera del telefono (sempre individuabile grazie al gadget): in virtù del modulo NFC di cui è stata equipaggiata, può supportare anche i pagamenti contactless, per ora solo afferenti a circuiti cinesi (salvo aggiornamenti, o internazionalizzazione del prodotto).

Possedendo, invece, alcuni elettrodomestici intelligenti dell’illustre partner, e facendo ricorso all’applicazione “Mi Home” (grazie alla collaborazione del team Mijia), è possibile tramutare la Hey+ in una sorta di pratico hub prêt-à-porter per il controllo IoT della domotica casalinga. 

Ottima l’autonomia, stimata in 18 giorni di utilizzo intenso, grazie al già citato, risparmioso, display ma, soprattutto, in ragione della batteria da 120 mAh. Presentata agli inizi di Agosto, la Hey+ sarà acquistabile dal 20 di Settembre, ad un prezzo di circa 29 euro (229 yuan). 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Xiaomi è al centro di tali e tante iniziative che, invero, è difficile capire dove agisca in prima persona, e dove - invece - si appoggia ad aziende partner: il caso della Hey Plus è emblematico di tale discorso. Al di là delle astruse questioni di marketing del brand cinese, il wearable di cui sopra sembra una versione migliorata della Mi Band 3, a cui fa difetto solo la natura prettamente cinese del prodotto, ragion per cui l'NFC di dimostra poco utile in Occidente.

Lascia un tuo commento
Commenti
Daniele Mengo
Daniele Mengo

18 agosto 2018 - 22:10:03

Mi piacerebbe indossarlo

0
Rispondi
Daniele Mengo
Fabrizio Ferrara

19 agosto 2018 - 12:31:36

Speriamo ne facciano una versione internazionale, o che circoli presto un firm Global che abiliti certe feature anche da noi.

0