Iscriviti

Young Signorino dice basta alle droghe e consiglia: "Statene alla larga"

Il rapper Young Signorino ha cambiato vita: in poco tempo si è sposato ed ha detto basta alle droghe. E replica alle accuse del suo ex manager: "Ero una marionetta, ho rischiato la vita".

Gossip
Pubblicato il 10 ottobre 2018, alle ore 17:51

Mi piace
8
0
Young Signorino dice basta alle droghe e consiglia: "Statene alla larga"

Young Signorino è stato recentemente accusato dal suo ex manager, ovvero il rapper Karkadan, di avere mandato in frantumi i loro progetti solo per colpa di una donna. A rispondere a tali accuse è proprio il rapper al sito del Fatto Quotidiano: “Voglio partire proprio da lei, Jessica, che ho conosciuto quest’estate durante il tour e si è accorta subito della situazione in cui mi ero infilato“, e sull’ex manager dichiara: “mi rendeva scemo con gli stupefacenti, sapevano che era il mio punto debole”.

A quanto pare quindi, ad aiutare Young Signorino ad uscire dal tunnel delle droghe è stata proprio Jessica, aiutandolo ad allontanarsi da alcune persone che gli facevano male, trattandolo come una semplice marionetta, con cui fare business. Adesso, si sente pronto a ricominciare una nuova vita e carriera. 

Basta alle droghe e bugie

Tramite l’aiuto di Jessica, sua moglie di 34 anni, il rapper, classe 1999, non tocca per sua stessa ammissione sostanze stupefacenti da mesi e inoltre consiglia ad altri di non farne uso. “nelle mie canzoni se ne parla, ma non significa che stia esortando le persone drogarsi. C’è sempre un sottotesto, che dice di stare attenti. Io sulla mia pelle ho capito che è meglio starne alla larga. Mi sono reso conto che le persone che mi stavano accanto mi mettevano in ridicolo pur di fare views” ha dichiarato il giovane rapper. 

Su FQMagazine, l’ex manager Karkadan, ha accusato Young Signorino di avere inventato di sua volontà la questione del coma, della clinica psichiatrica e della questione del figlio; tutto per costruirsi un personaggio oscuro, ispirato a Marilyn Manson. Ma il cantante, replica anche a tali accuse, dicendo di essere stato obbligato proprio dal manager di avere un figlio: “per il resto non mi sono inventato niente, ho i referti dell’ospedale e magari un giorno li pubblicherò. Nel 2016 sono entrato in coma, poi sono stato quattro mesi in psichiatria. Uscito di lì ho fatto un percorso di sei mesi al Sert, il servizio per tossicodipenti”, ha aggiunto. 

Sembra che quindi Young Signorino abbia deciso di intraprendere una nuova strada, sia nella sua vita privata che professionale. La nuova rinascita verrà mostrata al pubblico a Novembre, quando inizierà un nuovo tour che proseguirà fino a Febbraio per tutta Italia.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Serena Spaventa

Serena Spaventa - Se una persona smette di drogarsi (soprattutto se giovane) e capisce i suoi errori è sempre da apprezzare, da qualsiasi persona provenga l'aiuto. Si spera che Young Signorino prosegua su questa strada e che non torni in un tunnel fatto di droghe. Magari adesso con la sua nuova personalità riuscirà a conquistare un pubblico più vasto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!