Iscriviti

Vittorio Sgarbi: "Auguri ai figli di coppie gay che non hanno una mamma"

Vittorio Sgarbi, il provocatore a seconda delle convenienze, ha colto l'occasione per mettersi in luce anche durante la giornata della Festa della mamma.

Gossip
Pubblicato il 15 maggio 2017, alle ore 14:50

Mi piace
12
0
Vittorio Sgarbi: "Auguri ai figli di coppie gay che non hanno una mamma"

Vittorio Sgarbi, anche per il giorno della festa della mamma, coglie l’occasione per essere al centro dell’attenzione con un post su Facebook: “Auguri a tutti i figli di due padri che oggi, invano, cercheranno una madre a cui fare gli auguri”. Palese freddura sulle adozioni gay che esprime la sua nota contrarietà. Il post ha ricevuto oltre 8mila condivisioni e qualcosa come 63mila like.

Sgarbi ha dichiarato apertamente di non approvare le adozioni gay, sottolineando l’ anormalità di un bimbo con due padri o due madri, e per il giorno della festa della mamma certamente non poteva dedicarsi a qualche sdolcinata e diabetica dedica alla madre in stile Berlusconi, doveva farsi notare. Come sempre.

Lo scorso marzo aveva attaccato con ferocia la sentenza del Tribunale di Trento, che aveva riconosciuto la genitorialità di due papà gay che in Canada aveva avuto due figli con l’utero in affitto. “Ora, sia chiaro, è diritto fondamentale di un figlio avere una madre. Poche storie, poche leggi, poche sentenze, perversioni di menti malate. Fecondazione assistita, unioni gay, tutto quello che volete, ma senza una madre un figlio non nasce e non deve vivere”.

Sopra le righe, arrogante, controcorrente solo quando è comodo, le sue posizioni si adeguano al livello di Adinolfi quando è opportuno, in un paese come l’Italia è bene non concedersi pensieri arditi. Il concetto di famiglia non può essere incarcerato e standardizzato in due figure: la famiglia dovrebbe essere un alveo d’amore e supporto, comprensione, il rifugio eterno ove tornare, cosa importa di quale sesso siano i protagonisti, del resto, quante famiglie canoniche, tradizionali, hanno generato mostruosità e depravazione?

Siamo sicuri che un padre e una madre siano gli unici custodi della serenità e dell’amore per un bambino?

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Chiara Lanzini

Chiara Lanzini - Sono a favore delle adozioni gay, ho conosciuto famiglie arcobaleno ove i problemi e le positività non avevano niente di diverso dalle altre: l'unico problema risiede nell'intolleranza e nell'ostracismo ottuso di chi esternamente entra in contatto con i bambini che hanno due genitori dello stesso sesso, la cattiveria di chi deve far sentir diverso ed inopportuno ciò che non conosce.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!