Iscriviti

Pino Daniele, a tre anni dalla sua scomparsa parla la moglie Fabiola: "Non passa giorno che non pensi a Pino”

A tre anni dalla scomparsa del bravissimo cantautore Pino Daniele e in vista dell'evento in onda questa sera 7 giugno 2018 su Rai 1 "Pino è" la moglie Fabiola ha voluto rilasciare una lunga intervista al settimanale Grazia. Vediamo le sue parole.

Gossip
Pubblicato il 7 giugno 2018, alle ore 16:55

Mi piace
7
0
Pino Daniele, a tre anni dalla sua scomparsa parla la moglie Fabiola: "Non passa giorno che non pensi a Pino”

Sono già trascorsi ben tre anni da quel bruttissimo 4 gennaio 2015, giorno in cui il cantautore Pino Daniele è deceduto a causa ad una crisi cardiaca: la sua morte ha lasciato un vuoto enorme in tutto il panorama musicale ma soprattutto nella vita dei suoi cari. Amato e stimato da tutti a ricordarlo, in vista del grande evento Tv che celebrerà il cantante questa sera giovedi 7 giugno 2018 e dal titolo “Pino è”, è la moglie Fabiola che ha rilasciato una lunga intervista nell’ultimo numero di Grazia.

I due, separati da molto tempo, non avevano un bel rapporto e, dopo quanto accaduto, la stessa donna ancora oggi si chiede cosa avrebbe potuto fare per evitare tanta sofferenza. Ricordando però quel sentimento che la legava al bravissimo cantautore, Fabiola ha voluto anche sottolineare alcuni rimpianti e rimorsi ma soprattutto molto risentimento verso chi, per anni, si è professato amico di entrambi e che oggi, invece, le ha voltato le spalle.

“Chi sostiene che il dolore col tempo si attenua dice una sciocchezza. Non passa giorno che non pensi a Pino” ha infatti dichiarato l’ex moglie di Pino confermando anche il fatto che sia lei che i figli hanno dovuto rimboccarsi le maniche e crescere in fretta. “Sono arrivate alcune docce fredde e non è stato facile. Alcune persone, con cui ho passato una vita intera, non ci hanno fatto neppure una telefonata. Sono state le delusioni più grandi, ma mi hanno reso più forte. Forse a discapito della spontaneità”. 

Alla vigilia del grande evento di stasera, in molti hanno voluto ricordare l’amatissimo cantautore, il Pino Daniele scorbutico, asociale ma eccessivamente sincero che riusciva però ad entrare nel cuore di tutti con la sua musica e le sue bellissime parole. Un artista, in grado di pizzicare le corde dell’anima, come ha affermato il cantante Mario Biondi: ” Le sue sonorità di formazione blues infatti, sono state in grado di appassionare estimatori di tutte le età, grazie al sound particolare e il timbro vocale assolutamente riconoscibile”.

In questi giorni però è avvenuto anche un incresioso episodio ovvero A Vico Due Porte, a Toledo, nel cuore dei Quartieri Spagnoli di Napoli, era possibile ammirare un bel monumento in polistirolo dedicato a Pino Daniele. Qualcuno, ha pensato bene di abbattere tale opera lasciando ciò che ne rimaneva per terra tra lo stupore e la rabbia dei cittadini napoletani.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Mara Ricci

Mara Ricci - Una grande perdita per la musica italiana ma soprattutto per tutti coloro i quali amavano e amano ancora le canzoni di Pino e la sua capacità di toccarti l'anima e il cuore. Questa sera andrà in onda un evento in suo onore ma nel frattempo a Napoli hanno pensato bene di distruggere un opera in suo ricordo. Non sarà questo terribile gesto a fermare il ricordo del cantautore e sono convinta che questa sera saranno i fan a dimostrarlo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!