Iscriviti

Morto Benetton, Flavio Briatore choc: "Lo sciacallaggio lo ha ucciso, il Ponte Morandi ha fatto un’altra vittima"

Gilberto Benetton è morto a 77 anni e per Flavio Briatore la colpa è da imputare al crollo del Ponte Morandi. Le dichiarazioni rilasciate dall'imprenditore hanno suscitato numerose perplessità.

Gossip
Pubblicato il 24 ottobre 2018, alle ore 16:10

Mi piace
7
0
Morto Benetton, Flavio Briatore choc: "Lo sciacallaggio lo ha ucciso, il Ponte Morandi ha fatto un’altra vittima"

Gilberto Benetton, 77 anni, gravemente malato da tempo, alcuni giorni fa è stato ricoverato a Treviso per una polmonite, le sue condizioni sono immediatamente peggiorate ed è deceduto. Negli ultimi due mesi, due avvenimenti lo aveva segnato: la morte del fratello Carlo e la tragedia del ponte Morandi.

Flavio Briatore, vicinissimo a Gilberto sin dai tempi dei mondiali vinti in Formula 1 negli anni ’90, sostiene che la morte del componente della famiglia Benetton è colpa del Ponte Morandi: “Il crollo del ponte di Genova ha fatto una vittima in più: Gilberto Benetton. Lo avevo visto una decina di giorni prima del tragico evento, eravamo stati insieme un’oretta e ci eravamo salutati con un abbraccio e non stava così male: poi lo sciacallaggio che la sua famiglia ha dovuto subire nei giorni dopo il 14 agosto gli ha dato il colpo di grazia“.

Briatore e il suo rapporto con i Benetton

Briatore ha sottolineato che, dopo il crollo del ponte Morandi, parlare dei Benetton era come parlare del diavolo e che questa tragedia ha distrutto per sempre il 12º uomo più ricco d’Italia. Flavio ha osservato che il loro rapporto, talvolta anche conflittuale, era basato su reciproca stima e fiducia. 

Il proprietario del “Billionaire Italian Couture” ha ricordato Gilberto rimembrando alcuni aneddoti: “Oltre alle grandi vittorie erano particolarmente emozionanti le feste di Natale che facevamo nel centro sportivo della ‘Ghirada’ con le squadre di basket, volley e rugby tutte formazioni vincenti ai massimi livelli nei rispettivi sport ma dove noi eravamo il fiore all’occhiello”. Briatore ha sostenuto che lui e la famiglia Benetton hanno fatto cose straordinarie per la città di Treviso anche senza ricevere la giusta riconoscenza.

Assieme ai fratelli Luciano, Giuliana e Carlo, Gilberto Benetton aveva fondato il Gruppo Benetton nel 1965: i suoi principali investimenti sono stati nelle autostrade, la partecipazione in Atlantia, nelle infrastrutture digitali, con la partecipazione in Cellnex, nella ristorazione e nella manifattura.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Chiara Lanzini

Chiara Lanzini - Associare la morte di una persone anziana all'immane tragedia del Ponte Morandi, che ha spazzato via numerose giovani vite, lo trovo osceno e inconcepibile. I Benetton sono parte in causa nel crollo avvenuto lo scorso agosto e l'imprenditore ha perso un'ennesima occasione per tacere. Quarantuno morti avvenute per la mancata manutenzione di un ponte, per incassare milioni di euro.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!