Iscriviti

Gianfranco D’Angelo torna a parlare della sua pensione: “Sono stato più cicala che formica”

Gianfranco D’Angelo è tornato a parlare della sua pensione da 2mila euro al mese, un tema che solo qualche settimana fa aveva innescato un’aspra polemica mediatica. Questa volta, conscio del polverone sollevato, i suoi toni sono decisamente più concilianti.

Gossip
Pubblicato il 11 dicembre 2018, alle ore 09:59

Mi piace
12
0
Gianfranco D’Angelo torna a parlare della sua pensione: “Sono stato più cicala che formica”

Quello delle pensioni rimane innegabilmente un tema di primo piano che anima il dibattito sia a livello politico che sociale. Le riforme degli ultimi decenni hanno posticipato e soprattutto alleggerito l’assegno che spetta a chi lavorato per tutta una vita. Da qui sono in tanti a lamentarsi dell’importo percepito mensilmente dall’Inps.

Tra questi non mancano i volti noti dello spettacolo, che in ragione della loro brillante carriera si aspettano degli importi sostanziosi. Purtroppo per loro, spesso non è così: anche le star della televisione, in più di una occasione si accorgono della presenza dei tanto indesiderati buchi contributivi all’interno del loro estratto conto previdenziale. Agenti privi di scrupoli, dimenticanze, errori e mancati versamenti, di fatto riducono la pensione di loro spettanza.  

Tra i tanti artisti ad essersi lamentati del loro trattamento pensionistico troviamo anche Gianfranco D’Angelo. Il comico 82enne, molto popolare negli anni ’80, solo qualche settimana fa aveva avuto da ridire della sua pensione da fame. Le sue parole avevano immediatamente innescato una accesa polemica, soprattutto in ragione dell’importo del trattamento pari a 2mila euro

Conscio delle conseguenze delle sue parole, Gianfranco D’Angelo ha voluto replicare nel tentativo di gettare acqua sul fuoco. Il luogo prescelto per farlo è stato La Vita in Diretta, programma di RaiUno in cui ha ammesso che nella sua vita non sempre ha badato al risparmio. “Sono stato più cicala che formica. Cicala, ma i soldi li ho distribuiti a tutti, questo lo posso dire con grande piacere, con orgoglio”. 

Il cabarettista di origini romane ha poi ammesso che con le precedenti dichiarazioni aveva un po’ esagerato. La questione delle pensione rimane infatti un tema molto sentito, specie in un paese come il nostro, dove sono in tanti a dover tirare la cinghia con poche centinaia di euro al mese. Il protagonista del Drive In conclude sostenendo che al momento non ha però intenzione di ritirarsi dal mondo dello spettacolo. “Ho 82 anni, non è che sono pochi… è il non lavoro che mi può anche uccidere, lavorare mi piace tantissimo, finchè ho forza e la salute di poterlo fare io continuo a farlo”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Gianfranco D’Angelo doveva per forza di cose ritrattare le sue precedenti dichiarazioni, che altro non erano che un insulto alla povertà. Lui che in passato con la sua satira ha colpito ricchi e potenti, non poteva fare la fine dell’ipocrita. Anche perché è perfettamente conscio che la sua non è una pensione da fame, e che ci sono milioni di persone che in Italia se la passano peggio di lui.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!