Iscriviti

Flavio Briatore, nuovi guai giudiziari per l’imprenditore: la vicenda del suo yacht fa ancora discutere

Flavio Briatore, l'imprenditore per eccellenza del lusso, è indagato con la pesante accusa di corruzione in relazione alla vicenda del suo bellissimo yacht: ecco i dettagli.

Gossip
Pubblicato il 27 settembre 2018, alle ore 11:18

Mi piace
6
0
Flavio Briatore, nuovi guai giudiziari per l’imprenditore: la vicenda del suo yacht fa ancora discutere

Flavio Briatore, l’imprenditore per eccellenza del divertimento di lusso, dopo aver detto definitivamente addio alla moglie Elisabetta Gregoraci e alla sua fiamma estiva Taylor Mega, è ritornato nuovamente a far parlare di sé per essere indagato con la pesante accusa di corruzione in merito alla vicenda dello yacht Force Blue.

Secondo l’accusa infatti il celebre imprenditore e proprietario del “Billionaire” avrebbe corrotto alcuni funzionari pubblici, in ordine al procedimento giudiziario riguardante il suo bellissimo e lussuosissimo yacht Force Blue. Per tale vicenda Briatore aveva ricevuto una condanna a 18 mesi per reati fiscali, ma stando alle ultime notizie date da Sky, a Briatore viene contestata anche la corruzione di alcuni funzionari pubblici, aggravando così la sua posizione processuale. 

Le accuse rivole a Flavio Briatore

Secondo quanto si legge nella storica testata giornalistica de “Il Messaggero“, Briatore avrebbe aiutato a far decollare il resort in Kenya dell’ex direttore dell’Agenzia delle entrate di Genova, Walter Pardini, facendolo entrare così nel turismo di lusso, quello per intenderci dei vip e dei personaggi dello showbiz. 

In cambio il manager dell’Agenzia delle Entrate avrebbe chiuso le contestazioni fatte dal Fisco a Briatore, e sul “Messaggero”si legge : “con una relazione in cui veniva messa in discussione la decisione del giudice di primo grado da fare valere in appello e ottenere una assoluzione“. Dunque accuse molto pesanti quelle a cui ora dovrà replicare l’ex marito di Elisabetta Gregoraci. 

Per la Procura di Milano dunque non ci sarebbero dubbi sul fatto che siamo in presenza di una corruzione vera e propria oltre che un tentato depistaggio,  tanto che il giudice per le indagini preliminari ha disposto gli arresti domiciliari per Pardini, oltre che per il commercialista di Briatore, Andrea Parolini – facente parte del celebre studio Maisto del capoluogo meneghino -.

Ma non è tutto, perchè provvedimenti sono stati presi anche per le due funzionarie dell’Agenzia delle Entrate, Elena Costa e Claudia Sergi, interdette per un mese dalle loro funzioni. Briatore risulta quini indagato per corruzione e nei prossimi giorni ci potrebbe essere una prima audizione davanti ai pubblici ministeri per essere interrogato.

Secondo il Gip non solo Briatore è un personaggio arcinoto alle cronache mondane, scaltro e spregiudicato, ma anche: “Briatore ha accettato l’accordo correttivo su suggerimento dei suoi avvocati penalisti facendosi promotore in prima persona delle iniziative dell’indagato“. Nell’ordinanza si legge inoltre che: “A fronte di una sottoscrizione di una conciliazione di circa 3 milioni Briatore avrebbe riottenuto, con una assoluzione in appello, il Force Blue che vale 20 milioni“. Somme che difficilmente sarebbero entrare al Fisco visto che in Italia risulta nullatenente, poiché i suoi beni sono intestati a trust esteri.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tiziana Terranova

Tiziana Terranova - Spero tanto che si faccia veramente chiarezza su questa vicenda, perché fin troppo spesso abbiamo assistito a vicende analoghe in cui dei personaggi dello showbiz sono stati additati da procure e da fonti giornalistiche per reati poi non commessi. In tal senso la vicenda di Fabrizio Corona ci ha insegnato molto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!