Iscriviti

Fiorello acclamato per la conduzione del Festival: "Non guiderò Sanremo, a meno che…"

Dopo il successo per la sua partecipazione al Festival di Sanremo, Fiorello è stato acclamato da molti per diventare il prossimo conduttore della kermesse musicale. Lo potrebbe fare, ma ad una condizione.

Gossip
Pubblicato il 12 febbraio 2018, alle ore 23:24

Mi piace
11
0
Fiorello acclamato per la conduzione del Festival: "Non guiderò Sanremo, a meno che…"

L’esibizione di Fiorello sul palco dell’Ariston è stata talmente apprezzata che ora, il camaleontico artista, è acclamato dal popolo di internet e non solo, per diventare il prossimo conduttore del Festival di Sanremo. La grande maestria con la quale Fiorello ha saputo intrattenere l’esigente pubblico della manifestazione musicale più attesa dell’anno, ha lasciato il segno ed ora in tanti spererebbero di poterlo rivedere in veste di “padrone di casa”.

L’ipotesi che Fiorello possa accettare questa proposta sembra, al momento, molto lontana: purtroppo Rosario ha fatto sapere che non ha la benché minima intenzione di calarsi nei panni di direttore artistico del Festival sanremese. Quindi, i tanti fan dovranno mettersi l’anima in pace, senza però smettere di sperare che in questi mesi possano cambiare le carte in tavola.

I motivi del rifiuto di Fiorello per la conduzione del Festival di Sanremo

Comunque, per ora le dichiarazioni di Fiorello parlano chiaro: “Condurlo io? No, si evince anche dalla mia partecipazione. Non posso. Condurre è diverso” e, continuando, spiega anche i motivi di questa presa di posizione così secca e decisa: “Il palco di Sanremo azzera tutto. Tu puoi avere tutta l’esperienza che vuoi, puoi aver fatto 5000 spettacoli ma quando sali su quel palco ritorni ad essere un principiante”. Sembra che l’ansia da prestazione festivalense” abbia fatto centro anche questa volta, e con largo anticipo.

Mario Orfeo, direttore generale del Festival, cerca di ammaliare lo showman siciliano, ma sembra non esserci alcuna speranza e Fiorello rimane ben saldo ai suoi attuali impegni d lavoro che lo vedono a Radio Deejay, e i radioascoltori scuramente apprezzeranno questa sua decisione.

La condizione in stile “Fiorello” che potrebbe far cambiare idea al comico

Infine, Fiorello, spiega ancora meglio il suo punto di vista e i motivi che lo spingono lontano da Sanremo: “A parte che per fare Sanremo, oltre che condurre devi anche organizzare, devi stare cinque mesi a sentire 5000 canzoni. Non sono il tipo. Presentare il cantante? Non sono il tipo. A me piace fare i pezzi comici, duettare, cantare. Non posso fare quello che presenta gli altri”. E chiude in totale stile Fiorello, ipotizzando che potrebbe esserci una condizione che gli farebbe cambiare totalmente idea: “Faccio Sanremo solo se mi levano i cantanti“, dopo questa affermazione, le trattative si sono complicate un pochino.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - Fiorello ha sempre la battuta pronta e la sua maestria nell'affrontare ogni tipo di situazione lo rende davvero uno showman di alto livello. Sicuramente la sua partecipazione al Festival di Sanremo di quest'anno è stata molto più "rilassante" rispetto ad una conduzione vera e propria. E Fiorello non sarà disposto a sopportare così tanto stress.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!