Iscriviti

Elena Santarelli parla della chemioterapia del figlio: "Jack è molto intelligente a casa non la chiamiamo medicina o bua"

Elena Santarelli ha parlato della chemioterapia che sta affrontando il figlio Giacomo ed ha risposto, educatamente ma fermamente, a chi si dimostra troppo morboso nel chiedere notizie sulla salute di Jack.

Gossip
Pubblicato il 6 agosto 2018, alle ore 16:24

Mi piace
7
0
Elena Santarelli parla della chemioterapia del figlio: "Jack è molto intelligente a casa non la chiamiamo medicina o bua"

Elena Santarelli sta combattendo una dura battaglia assieme a suo figlio Giacomo: il 30 novembre scorso al piccolo è stato diagnosticato un tumore cerebrale. Sui social la moglie di Bernardo Corradi è sempre disponibile, disposta a rilasciare consigli e osservazioni, ma stavolta si è trovata a dover rispondere seccamente, ma con garbo, alle insistenti domande di alcuni follower.

Su Instagram molti continuano a chiederle, in modo ossessivo, come sta il figlio ed Elena si è vista costretta a sottolineare: “Non vorrei essere maleducata ma più volte ho spiegato che non posso rispondere a questa domanda tutti i giorni. Quando si fa un percorso così con chemioterapie ci possono essere alti e bassi… solo alti o solo bassi… ma non voglio condividerli. Qui, cerco di mostrarvi altro”.

La Santarelli ha deciso di dire la verità a Jack, di non mistificare il male che lo ha colpito: “A casa si chiama così (la chemioterapia), meglio essere chiari e non dire la bua o la medicina. Jack è molto ma molto intelligente”. Una scelta decisamente saggia che non può che rafforzare la lotta del bambino cosciente che la strada da intraprendere per raggiungere la guarigione è ancora lunga ma possibile.

Elena, davanti all’inopportuna insistenza di chi le chiede notizie su Giacomo, ha sottolineato che suo figlio non è sempre con lei al mare non perché sta male e non si può muovere, ma semplicemente perché si trova in un luogo più adatto per la sua condizione. I followers della Santarelli apprezzano l’atteggiamento della showgirl, la ricerca della normalità per la secondogenita Greta

La showgirl crede che si possa combattere quel male terribile con il sorriso sulle labbra e che Giacomo possa beneficiare realmente dell’energia positiva che cerca di trasmettere in famiglia. La stessa, in una recente intervista, ha sostenuto che non è detto che un tumore annienti la vita, ogni caso è diverso, suo figlio corre, mangia, ride, ha una vita normale al 60-80 per cento. “Vorrei che le mamme avessero speranza“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Chiara Lanzini

Chiara Lanzini - Elena si trova ad affrontare il peggior incubo di un genitore e non mi permetterei mai di giudicare l'operato di una madre che deve affrontare tale dramma. La scelta di esser sincera con il piccolo la trovo giusta e appropriata, non amo chi cela la realtà ai bambini credendogli dei beoti incapaci di comprendere cosa stanno vivendo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!