Iscriviti

Ecco perché nelle foto ufficiali il principe Carlo doveva apparire più alto di Diana

Spulciando le vecchie foto del principe Carlo in compagnia della compianta Lady D, si scopre che quest’ultima appariva costantemente più bassa del marito. Alla luce di questa scoperta, ci si domanda se la royal family fosse sessista.

Gossip
Pubblicato il 3 ottobre 2018, alle ore 14:57

Mi piace
12
0
Ecco perché nelle foto ufficiali il principe Carlo doveva apparire più alto di Diana

La maggior parte delle persone non l’avrà notato, eppure un occhio molto attento non poteva certo farselo sfuggire: nelle foto ufficiali in cui il principe Carlo veniva immortalato in compagnia della moglie Diana, quest’ultima appariva più bassa dell’erede al trono britannico.

Per chi ha avuto modo di spulciare le varie foto della coppia, si sarà accorto che in occasione del loro royal kiss sul balcone di Buckingham Palace non ci fosse una differenza di altezza. In altre parole nel giorno stesso del matrimonio celebrato nel 1981, la loro statura era pressoché identica.

Ma da quel momento in poi, tutte le foto ufficiali lasciano intendere che il principe del Galles fosse più alto della consorte. Stesso dicasi per i ritratti, dove i protocolli reali britannici hanno a lungo dettato una serie di regole intransigenti in fatto di posa.

Alla luce di questa scoperta, ci si domanda quale motivo abbia portato la famiglia reale ad adottare tale condotta. Per la professoressa Lisa Wade dell’Occidental College di Los Angeles, la risposta è più semplice di quanto si possa immaginare. Il figlio della regina Elisabetta II veniva fatto sembrare più alto della principessa del popolo “a causa della credenza popolare secondo cui gli uomini siano più alti delle donne”. Per la docente, nel momento in cui non fosse stato possibile rispettare questo luogo comune, di fatto si doveva ricorrere a qualche artificioso escamotage che avrebbe permesso di preservare l’illusione.

A distanza di anni la pratica non solo viene vista come demodé, ma scatena reazioni di sdegno e disapprovazione. Alla notizia, un utente su Twitter si è spinto a ritenere l’inganno nient’altro che una forma di sessismo. La stessa “tecnica” venne adottata anche nel ritratto della coppia destinato ad apparire su di un francobollo. In quel caso Lady D appariva molto più bassa rispetto al marito, ma gli esperti di protocollo hanno rigettato al mittente le accuse di sessismo. La ragione di quella scelta sarebbe stata un’altra: con quell’espediente si sarebbe scongiurata l’ipotesi che il timbro postale – apposto generalmente in alto a destra – avrebbe potuto coprire il volto della principessa.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Pur disapprovando la “tecnica”, dobbiamo contestualizzarla agli anni ’80, periodo in cui questi espedienti erano all’ordine del giorno. Di fatto non utilizzandoli si sarebbe corso il non remoto rischio di sminuire e gettare nel ridicolo il principe Carlo, che avrebbe perso il rispetto e l’autorevolezza insita nella sua alta carica regale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!