Iscriviti

Dario Argento difende la figlia Asia: "Le accuse contro di lei sono un complotto"

Il padre dell'attrice finita nell'occhio del ciclone per aver violentato Jimmy Bennett, non ritiene plausibili le accuse formulate contro Asia. Per il regista altro non sarebbero che un'invenzione frutto di un subdolo complotto.

Gossip
Pubblicato il 23 agosto 2018, alle ore 09:35

Mi piace
21
0
Dario Argento difende la figlia Asia: "Le accuse contro di lei sono un complotto"

Non c’è che dire, Asia Argento è il personaggio del momento. Negli ultimi giorni, l’attrice italiana non ha vissuto nemmeno un attimo di tregua: dopo lo scandalo fatto scoppiare dal New York Times, a prendere piede è stata l’indignazione e il risentimento. Accusata di aver violentato il 22enne Jimmy Bennett nel 2013, Asia Argento è stata presa di mira non solo per la sua condotta, ma anche per aver firmato una transazione, un vero e proprio accordo in cui metteva tutto a tacere versando una somma pari a 380mila dollari.

Tutto ciò ha inevitabilmente rimesso in discussione anche il suo ruolo di protagonista nel movimento #MeToo. La violenza perpetrata nei confronti dell’allora 17enne attore statunitense è stata vista come una vergognosa ipocrisia, in quanto compiuta da una paladina della difesa delle vittime degli abusi sessuali. 

Asia Argento ha immediatamente smentito la notizia, ma il quotidiano statunitense ha replicato sostenendo di essere in possesso delle prove che non lascerebbero alcun dubbio. Oltre ai media, anche l’opinione pubblica si è spaccata tra coloro che la ritengono colpevole, e chi invece la dipinge come la vittima di una ben orchestrata macchinazione.

Tra questi ultimi c’è anche il padre della stessa attrice, il regista Dario Argento. Il maestro del brivido ha avuto modo di dire la sua per mezzo di un’intervista rilasciata al Corriere della Sera. Dopo aver fatto presente di non aver visto e sentito la figlia da diverso tempo, il 78enne sceneggiatore e produttore cinematografico ha ammesso di non capire bene la situazione.

Ad ogni modo sembra essersi fatto un’idea ben chiara. “Io credo che si siano inventati tutto“. In altre parole saremmo di fronte ad una congiura. “, potrebbe essere un complotto. Non so che pensare, non lo so, veramente. Non ho idea di come sono andati i fatti, chi ha ragione, chi no. Ora gli avvocati parleranno… francamente non so cosa dire“. Non ritenendo plausibile quanto successo, Dario Argento ha aggiunto di voler sentire al più presto la versione della figlia.

La poca credibilità delle accuse sarebbe legata al fatto che Asia “nel suo esporsi ha dato fastidio a molte persone, anche diversi politici importanti, e ora immagino un gruppo di loro che si è inventato tutto questo contro di lei. È un’operazione contro di lei“. Ad ogni modo ha concluso che qualunque sia la verità, rimarrà sempre al fianco della figlia. “Avrà sempre il mio appoggio, comunque vadano le cose e qualunque sia la realtà. Sono convinto che sia tutta una montatura, tutto un imbroglio“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Il New York Times ha affermato di essere in possesso di tutte le prove che incastrerebbero Asia Argento. Se così fosse, sarebbe davvero la fine della sua carriera, uno smacco che ne farebbe perdere per sempre la credibilità, e minerebbe allo stesso tempo l'azione del movimento #MeToo. Non resta quindi che attendere i prossimi sviluppi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!