Iscriviti

Asia Argento risponde alle accuse: “È stato Bennett ad aggredirmi”

Dopo alcuni giorni di silenzio, Asia Argento torna a farsi sentire per bocca del suo nuovo legale Mark Jay Heller. Quest’ultimo per mezzo di un comunicato ha fatto sapere che è stata l’attrice ad essere stata aggredita da Jimmy Bennett.

Gossip
Pubblicato il 6 settembre 2018, alle ore 15:03

Mi piace
10
0
Asia Argento risponde alle accuse: “È stato Bennett ad aggredirmi”

Non si placa la bufera intorno alla figura di Asia Argento. Dopo essere stata accusata di molestie ai danni dell’attore Jimmy Bennett, su di lei si è abbattuto un coro di rabbia e sdegno. Accusata di essere un’ipocrita che usa in privato gli stessi mezzi che invece combatte in pubblico, ha ultimamente perso molta della stima dei colleghi che le stanno pian piano voltando le spalle.

Ma Asia Argento proprio non ci sta a passare per una persona spietata e senza scrupoli. Da qui, dopo alcuni giorni di silenzio, ha deciso di tornare a farsi sentire per mezzo di un comunicato di Mark Jay Heller, il suo nuovo avvocato.

Quest’ultimo fa sapere che l’attrice nega di aver avuto una relazione sessuale con Jimmy Bennett. L’attore sosteneva infatti di essere stato aggredito quando era ancora minorenne. Parliamo di una pratica che in California costituisce un reato per il quale si può rischiare fino a 3 anni di carcere. Non a caso Bennett, che oggi ha 22 anni, sembra intenzionato a presentare una denuncia per violenza sessuale allo sceriffo della contea di Los Angeles.

Ma la posizione del legale della figlia del maestro del brivido sarebbe opposta. Innanzitutto avrebbe lodato la sua assistita per la partecipazione al movimento #MeToo. “È stata una delle pioniere del movimento #MeToo, e il suo coraggio nell’opporsi ad Harvey Weinstein, che ha accusato di stupro, ha ispirato molte altre donne ad uscire dall’ombra“. In altre parole la sua condotta avrebbe contributo a incoraggiare diverse donne vittime di abusi a farsi avanti per raccontare i torti subiti.

Passando invece al caso scoppiato nelle ultime settimane, il legale fa presente che “il suo rapporto con Bennett non è mai stato di natura sessuale, si è trattato piuttosto di un’amicizia a distanza durata molti anni. E alla fine si scoprirà che è stata Asia ad essere aggredita”. Non a caso, come rivelano alcuni messaggi pubblicati da TMZ, Asia Argento ha dichiarato che è stato il ragazzino ad esserle saltato addosso. L’attrice ha poi ammesso di essere rimasta “congelata” quando, una volta messosi con la forza sopra di lei, le disse di aver avuto fantasie sessuali sull’attrice italiana sin dall’età di 12 anni.

In altre parole la strategia difensiva dell’Argento sembra essere ben chiara: Jimmy Bennett altro non era che un ragazzino “arrapato” che ha fatto di tutto per trascinarla in una camera di hotel, dove ha potuto dar libero sfogo ai suoi desideri sessuali.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - La battaglia legale che frappone Asia Argento e Jimmy Bennett si fa sempre più infuocata. Quale mai sarà la verità? A questo punto della vicenda è difficile dirlo. Probabilmente ci vorrà del tempo per far luce su questa storia davvero intricata. Al momento sembra però che ad avere la peggio sia proprio Asia Argento. Ma in tribunale avrà comunque modo di far valere tutte le proprie ragioni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!