Iscriviti

Alessia Mancini si sfoga ed accusa senza pietà i naufraghi: "Erano tutti invidiosi della mia famiglia meravigliosa”

Alessia Mancini, scatenata, ha deciso sfogarsi raccontando le cadute di stile, le cattiverie dei colleghi naufraghi: non si è assolutamente risparmiata, e nella sua consueta schiettezza, ha sparato a zero.

Gossip
Pubblicato il 20 aprile 2018, alle ore 16:02

Mi piace
8
0
Alessia Mancini si sfoga ed accusa senza pietà i naufraghi: "Erano tutti invidiosi della mia famiglia meravigliosa”

La prima intervista di Alessia Mancini, dopo l’Isola dei famosi, è al vetriolo, e mantenendo il suo stile decisamente schietto, ha espresso il proprio parere su alcuni colleghi naufraghi: dapprima si è soffermata sull’elogio della strepitosa famiglia sostenendo che il marito Flavio Montrucchio è meraviglioso, dentro è ancora meglio di come appare fuori.

Secondo Alessia l’astio dei suoi compagni nascerebbe dall’invidia per la sua famiglia del Mulino Bianco: “Credo di essere stata molto temuta sull’Isola e anche molto invidiata. Sono molto fortunata sotto il profilo familiare e la famiglia bellissima che ho, oltre al meraviglioso rapporto con mio marito, sono stati oggetto di invidia da parte degli altri.  È brutto doverlo dire, ma credo sia andata proprio così. A differenza di qualcuno, non ho mai odiato o invidiato gli altri.”

L’incomprensibile odio di Rosa Perrotta

La Mancini è rimasta delusa dal fuorionda di Rosa Perrotta, ove diceva di odiarla, sostenendo che lei non ha mai provato un sentimento del genere nei suoi confronti, non l’ha mai temuta, e non comprende il motivo di tale livore, forse, ironizzando, ha sostenuto che talvolta l’invidia può giocare brutti scherzi. Alessia ha replicato a Cecilia Capriotti che, a Pomeriggio5, si era chiesta come avesse fatto Alessia a non sentire la mancanza dei suoi figli: “Il mio ultimo figlio ha 3 anni e la figlia di Cecilia Capriotti ha 14 mesi. Ho pianto anch’io perché avevo nostalgia dei miei bambini, ma l’ho fatto a telecamere spente.” aggiungendo che la stessa è uscita dal gioco dicendo di non lasciare più il figlio per tornare, velocemente, la settimana dopo.

La ex naufraga, perentoria ha sentenziato che la Capriotti è una persona frivola, snob e superficiale, che si è vergognata fin dal principio di essere se stessa e ha sbagliato perché, se si fosse mostrata senza maschera, il pubblico avrebbe potuto apprezzare la sua coerenza e il suo lato divertente e comico. La Capriotti e la Cipriani, secondo la ex letterina, sono simili, anche se Francesca è scevra di cattiveria.

La cattiveria di Jonathan Kashanian

La ex naufraga non si è risparmiata ed ha deciso di togliersi ulteriori sassolini dalla scarpa dicendo che Jonathan Kashanian non sarà mai un suo amico, il rapporto è definitivamente incrinato, alcune circostanze l’hanno ferita, alcune frasi riportate le aveva pronunciate in modo diverso: “Quando mi ha attaccato ha dimostrato di essere stato falso dal primo istante” e secondo Mancini ha conservato di ognuno una serie di confidenze, per poi pugnalare alle spalle, in una assoluta mancanza di coerenza, frasi dette e poi ritrattate, liti esasperate e poi finite a tarallucci e vino. “Io ho scelto di non giocare in questo modo” ha sotenuto orgogliosa.

L’opinione di Alessia Mancini sul canna-gate

Alessia ha trovato oscene e mischine alcune illazioni come quella su Nino designato come un comico fallito. Su l’annosa questione canna-gate la Mancini afferma che Eva e Francesco Monte avevano effettivamente un accordo e la Henger ha detto certe cose sicuramente per un valido motivo, anche se non sa dire se le sue accuse siano vere o meno: Alessia non se la sente di criticarla per quello scatto di rabbia, perchè secondo lei occorre mettersi nei suoi panni, del resto, uscire per primi, dopo tante aspettative, è difficile da digerire.

Per quello che so, era molto arrabbiata perché con Francesco Monte aveva in comune la stessa agenzia e tra loro esisteva un accordo tacito per il quale non si sarebbero nominati. Mi chiederei più per quale motivo Francesco abbia scelto di nominare proprio lei nonostante questo accordo pregresso. ” Afferma che Eva ci era rimasta malissimo e crede che sia stata quella la molla che ha scatenato la sua ira, l’errore è stato a priori, mettersi d’accordo prima del gioco, l’hanno pagato entrambi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Chiara Lanzini

Chiara Lanzini - Alessia Mancini si è comportata, in talune circostanze, esattamente come i naufraghi che attacca: dietro alle telecamere in un modo, davanti con la maschera calata. Un reality non reality che ha consegnato una verità parziale dei soggetti in ballo, in una sorta di gioco degli specchi. Tranne Nino non saprei chi salvare.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!